4 Categorie di e-commerce

L’e-commerce o il commercio elettronico sono transazioni o altre condizioni di vendita eseguite elettronicamente. Ciò comporta l’acquisto, la vendita e lo scambio di beni o servizi per lo scambio di denaro utilizzando reti di computer come Internet. Contrariamente alla credenza popolare, l’e-commerce non esiste solo sul web. In effetti, l’e-commerce esisteva già e funziona bene nelle transazioni business-to-business dagli anni ’70 tramite EDI (Electronic Data Interchange) tramite VAN (Reti a valore aggiunto). L’e-commerce può essere ulteriormente suddiviso in quattro categorie principali B2B, B2C, C2B e C2C.

• B2B (Business to Business)

Il B2B si occupa sicuramente di aziende che fanno affari tra loro. Un esempio sono i produttori che vendono il loro prodotto ai distributori e i grossisti lo vendono ai rivenditori. Pertanto, il prezzo può essere basato sul numero di ordini ed è spesso in palio.

• B2C (Business-to-Consumer)

Il business-to-consumer in genere implica la vendita di prodotti e servizi al pubblico o ai consumatori attraverso l’uso di cataloghi che utilizzano il software del carrello degli acquisti. B2B può facilmente guadagnare molti soldi; d’altra parte, B2C è ciò che veramente in mente in un cliente medio quando si tratta dell’e-commerce nel suo insieme. Con l’aiuto dell’e-commerce, puoi facilmente acquistare molte cose alla volta senza l’interazione umana. Un esempio di questi se hai difficoltà a trovare un libro, quando devi acquistare un sistema informatico personalizzato di fascia alta o trovare un viaggio all-inclusive di prima classe in un’isola paradisiaca tropicale. Pertanto, l’e-commerce può aiutarti ad acquistare i prodotti tutti allo stesso tempo.

• C2B (consumer-to-business)

Un esempio di C2B è quando un consumatore pubblica i suoi progetti o incarichi in Internet e nel sito web. Il consumatore imposta un budget online in cui in poche ore molte aziende esaminano i requisiti richiesti dal consumatore e quindi fanno un’offerta per il progetto. Fornisce potere ai clienti in tutto il mondo fornendo il terreno di incontro e la piattaforma per quella determinata transazione.

• C2C (consumatore a consumatore)

Un ottimo esempio per C2C è eBay. È qui che i consumatori vendono i loro prodotti ad altri consumatori attraverso le offerte. Pertanto, colui che fa l’offerta più alta può acquistare il prodotto. Un altro esempio sono i siti che offrono annunci, aste e forum gratuiti in cui i consumatori possono acquistare e vendere prodotti ad altri consumatori. Usano PayPal come strumento per il sistema di pagamento online in cui possono inviare e ricevere denaro con facilità tramite online.

Esiste un’altra forma di e-commerce che è l’e-commerce B2E o Business-to-Employee. Qui, le aziende utilizzano reti interne per offrire ai propri dipendenti prodotti e servizi online. Potrebbe non essere necessariamente online sul Web.

Le altre forme di e-commerce sono G2G (Government-to-Government), G2E (Government-to-Employee), G2B (Government-to-Business), B2G (Business-to-Government), G2C (Government-to-Citizen) , C2G (Cittadinanza al governo). Queste operazioni riguardano principalmente il governo, dagli appalti alla dichiarazione delle tasse, dalla registrazione delle imprese al rinnovo della licenza. Ci sono ancora molte altre categorie che esistono ma poi tendono ad essere superflue.

Leave a Comment

Your email address will not be published.