Applicare l’etica del lavoro di una cameriera nelle organizzazioni di oggi

Un recente articolo di John Stancavage nella sezione commerciale di Tulsa World intitolato Staying Focused at Work si è concentrato su un rapporto pubblicato dal Dipartimento del Commercio dell’Oklahoma che ha rivelato che oltre la metà delle aziende intervistate per il rapporto stavano “avendo difficoltà a trovare persone con una buona etica del lavoro o chi può fare il proprio lavoro senza lasciare che problemi personali interferiscano.” Mancavano anche abilità di base, come presentarsi in tempo, rimanere sul compito e adattarsi al cambiamento. A creare altri problemi, sono i dipendenti che hanno sempre una crisi o un’altra che impedisce loro di arrivare al lavoro in tempo o che li distrae dopo il loro arrivo. Tutte queste cose influiscono sulla produttività e poiché la produttività dei dipendenti è accreditata per aver aiutato gli Stati Uniti a rimanere competitivi nel mercato globale e ci sono meno candidati per ogni lavoro, è una questione importante da affrontare.

“Non sono solo i membri del personale che hanno problemi a rimanere in attività”, scrive Stancavage. “Anche i manager lo fanno, anche se spesso per ragioni diverse. Un recente sondaggio della NFI Research, con sede nel New Hampshire, ha rilevato che il 67% dei dirigenti senior si è lamentato del fatto che la posta elettronica li distrae dal loro lavoro principale. Altri problemi includevano interruzioni personali (31%) e cambiare le priorità (30 percento).”

Immagino di essere ufficialmente invecchiato perché mi sono ritrovato a pensare “ai miei tempi” quando ho letto questo. Ho fatto domanda per il mio primo lavoro come cameriera nel nostro ristorante di provincia quando avevo quindici anni e mezzo. Thelma, la direttrice del ristorante che mi ha assunto, ha detto che in realtà non doveva assumere nessuno sotto i 16 anni, ma che avremmo taciuto su questo. Conosceva la mia famiglia e pensava che sarei stata una buona assunzione perché avrei avuto una buona etica del lavoro – e aveva ragione. Rimasi in quel lavoro durante il liceo, lavorando nei fine settimana e durante l’estate fino a quando non andai al college.

L’etica del lavoro che Thelma era così sicura di possedere l’ho appresa dai miei genitori. Comprendeva arrivare al ristorante circa 15 minuti prima dell’inizio del mio turno in modo che quando il mio turno fosse effettivamente iniziato, fossi pronto per andare al lavoro. Ciò non consentiva di dormire troppo dopo una notte passata con gli amici. Significava dedicare un’intera giornata di lavoro che includeva trovare altre cose che dovevano essere fatte quando non ero impegnato a servire i clienti. Cose come riempire la saliera e la pepiera, pulire tavoli e banconi, spazzare e persino, occasionalmente, aiutare a lavare i piatti. Dovevo tenere il passo in un ambiente frenetico, pur mantenendo un atteggiamento positivo, amichevole e senso dell’umorismo. L’onestà non si applicava solo alla gestione di denaro e forniture, ma anche al fatto di non prendere più di due pause di 15 minuti e una pausa pranzo di 30 minuti durante il mio turno. Eventuali problemi personali che avrei potuto riscontrare sono stati lasciati a casa e quando sono arrivato al lavoro, dovevo concentrarmi solo sul lavoro. Non ho pensato due volte alla mia etica del lavoro. Era proprio così. Stare in piedi per la maggior parte di un turno di otto ore era stancante, ma ero felice di avere un lavoro, di guadagnarmi i soldi, di comprare la mia macchina e di diventare più autosufficiente.

Forse il posto di lavoro di oggi è molto più complicato del mio posto di lavoro di molti anni fa, ma credo che gli stessi principi dovrebbero valere per quanto riguarda l’avere una buona etica del lavoro. Le persone dovrebbero comunque presentarsi al lavoro in orario, svolgere una buona giornata di lavoro, non approfittare del proprio datore di lavoro, essere oneste e lasciare i propri problemi a casa. Cosa c’è di così difficile? Se potessi fare queste cose prima di essere abbastanza grande da avere una patente, credo che dovremmo aspettarci che gli adulti nel mondo del lavoro di oggi facciano lo stesso.

Leave a Comment

Your email address will not be published.