Baby Boomers, Gen X e Gen Y – Differenze sul posto di lavoro

Ogni generazione è un po’ diversa. Siamo diversi in tutto ciò che facciamo da come ci vestiamo, come affrontiamo i problemi, come vediamo il mondo e persino come risolviamo i problemi. Siamo diversi anche perché i tempi cambiano davvero. In ogni generazione ci sono stati nuovi progressi tecnologici. Pensaci… la TV e le macchine non erano sempre in giro. I telefoni cellulari, i sistemi di gioco e persino le carte di debito non erano sempre disponibili. Come ogni generazione cambia il mondo in cui viviamo, così dobbiamo cambiare con quel mondo. Se non sei uno per il cambiamento, va benissimo perché il mondo continuerà ad andare avanti con o senza di te.

Davvero l’unica cosa che rimane veramente coerente sono le opinioni di ogni generazione sulla generazione precedente. Tutti abbiamo pensato ai nostri genitori e nonni come all’antica, al passo con i tempi, e ogni generazione ha le sue opinioni su tutto, dall’etica del lavoro al cambiamento. Anche i Baby Boomer erano un tempo flessibili, adattabili a nuove situazioni e pronti a cogliere nuove idee (la maggior parte dei giovani lo sono). E tutte le generazioni più anziane penseranno alla generazione più giovane come incompetente, incapace, sfocata e irrealistica, fino a quando la generazione più giovane non dimostrerà che il cambiamento può essere positivo, che anche noi ci adatteremo e sopravviveremo. Ci sarà sempre attrito tra le generazioni. È proprio così che è la vita.

Alcune differenze tra Baby Boomers, Gen X e Gen Y in ciò che si aspettano e richiedono dalle aziende:

Baby boomer:

  • Preferisci gli spazi di lavoro tradizionali – cubicoli/uffici
  • Non accoglie con favore la flessibilità del lavoro o le tendenze di equilibrio tra lavoro e vita privata
  • Il rispetto si basa sulla posizione o sul titolo
  • Si aspetta di essere promosso in base alla longevità
  • Aspetta di essere detto cosa fare
  • Motivato dalla retribuzione o dai bonus
  • Mette al primo posto il loro lavoro
  • Si aspetta di rimanere con un lavoro o un’azienda
  • Preferisce la tecnologia per rimanere lo stesso

Generazione X:

  • Si aspetta di essere promosso in base alle prestazioni
  • Valorizza l’equilibrio tra lavoro e vita privata, la flessibilità, la libertà e la responsabilità
  • Comodo con la diversità
  • Sfida l’autorità
  • Crede che il rispetto sia guadagnato
  • Motivato dalla soddisfazione personale: crescita e realizzazione personale
  • Mette la loro famiglia al primo posto
  • Si aspetta di muoversi nel proprio lavoro o azienda
  • Prospera nel cambiare la tecnologia
  • Desidera un lavoro frequente e/o una formazione professionale
  • Preferirei lavorare individualmente che in team
  • Valorizza l’autenticità: si aspettano il cambiamento

Generazione Y:

  • Generazione più difficile da gestire (finora)
  • Esperto di tecnologia, ben collegato in rete, orientato ai risultati e creativo
  • Vuole usare i propri metodi per raggiungere gli obiettivi
  • Più istruiti rispetto alle generazioni precedenti
  • Provengono da più famiglie con due redditi e divorziate
  • Vive sulla varietà, le sfide e il valore
  • Aspettati che le opinioni siano ascoltate
  • Spinto dalla realizzazione piuttosto che dal denaro
  • Cercherà informazioni, consigli e stimoli da varie fonti
  • Orientato al team con ricompense condivise
  • Cerca di essere guidato e istruito – farà qualsiasi domanda che viene in mente
  • Costantemente alla ricerca di opportunità di apprendimento, idee e situazioni

Come puoi vedere, ogni generazione ha opinioni diverse, soprattutto sul posto di lavoro. La comunicazione sul posto di lavoro deve adattarsi alle nuove generazioni e al loro modo di pensare. In caso contrario, il divario diventerà piuttosto ampio e diventerà più difficile riunire più generazioni. Questo mondo cambierà in base ai bisogni, ai desideri e ai desideri della prossima generazione… qualunque essi siano.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *