Che cos’è uno specchio a due vie e perché vengono utilizzati nei focus group?

Se hai mai preso parte a un focus group di ricerca di mercato qualitativo o a una discussione di gruppo, il tuo reclutatore ti avrà spiegato qualsiasi registrazione audio o video che si verifica, per aiutare il ricercatore a scrivere il rapporto in seguito. È importante che durante la discussione il discorso possa fluire e svolgersi in modo naturale senza essere trattenuto o interrotto da prendere appunti o chiedere ripetizioni, e in questi giorni la registrazione e persino lo streaming live della ricerca è molto normale. Ovviamente sei sempre protetto dal codice di condotta della Market Research Society nel Regno Unito e da organismi simili in altri paesi, e al giorno d’oggi le persone sono molto più a loro agio con l’idea di videosorveglianza e registrazione, che una telecamera nell’angolo della stanza raramente si sente a disagio o invadente.

Molte strutture di ricerca professionali, tuttavia, hanno un’altra caratteristica che non troverai nel soggiorno medio, che sembra un enorme specchio, che spesso riempie una parete. Non sembra proprio un normale specchio, e questo perché non è uno – come tutti sanno, ha una superficie riflettente, nella stanza di ricerca, ma dall’altro lato si comporta semplicemente come una finestra. Dietro il vetro è dove il cliente si siede per osservare la ricerca in corso. Il nome “specchio a due vie” in realtà non è molto buono, avrebbe più senso descriverlo invece come una finestra unidirezionale, perché è così che funziona. Se le luci fossero accese nella stanza sul retro, li vedresti seduti lì, devono guardarti nello studio illuminato, seduto lì al buio.

Il moderatore che guida il gruppo di ricerca farà ovviamente riferimento allo specchio e ti farà sapere se ci sono persone dietro di esso – di solito ci sono, se qualcuno paga per usare una funzione di visualizzazione vorrà vedere direttamente i gruppi. Ma parte del compito del moderatore consiste nel mettere ogni partecipante completamente a proprio agio, e anche se potrebbe essere difficile da immaginare quando noterai per la prima volta il grande muro grigio e intravedi la tua stessa faccia sorpresa riflessa in esso, dimenticherai presto che è lì ! Una volta che sei coinvolto nella discussione e condividi le tue opinioni in un gruppo ben pianificato e vivace, svanirà in secondo piano.

Ovviamente, saprai a un certo livello che questo non è solo un gruppo di amici che chattano: è una discussione guidata progettata per scoprire alcune cose dalle tue opinioni, e qualcuno sta pagando per questo, quindi lo specchio, la fotocamera e la delicatezza vassoi di panini. Ma quando il ricercatore fa bene il proprio lavoro, puoi mettere da parte tutta quella consapevolezza ed essere coinvolto nel rispondere a ciò di cui si parla, con la certezza che l’industria codifica l’etica e la condotta controlla chi vede e sa cosa in modo estremamente sicuro – così le tue opinioni possono essere condivise in totale sicurezza. In realtà è molto meno invadente che avere un gruppo di osservatori seduti NELLA stanza, a prendere appunti o ad alzare le sopracciglia in base a ciò che viene detto sul loro prodotto o marchio!

Perché le persone si siedono ancora dietro gli specchi, in questi giorni di tecnologia video e streaming? C’è una serie di ragioni. La maggior parte dei ricercatori direbbe che non ha nulla a che fare con l’abitudine o ciò che hanno sempre fatto, e ti direbbe semplicemente che ti avvicini semplicemente alla vera atmosfera e alle intuizioni nella stanza, quando sei seduto a pochi metri da essa piuttosto che guardare il tuo schermo a casa. Sanno che essere nella stanza stessa potrebbe influenzare indebitamente la discussione, ma sono desiderosi di avvicinarsi il più possibile e di essere in grado di scegliere a chi prestare attenzione in qualsiasi momento. Il video è fantastico e migliora continuamente, ma le sfumature del linguaggio del corpo e dell’espressione facciale possono essere difficili da catturare, specialmente in un gruppo, e osservatori diversi avranno priorità diverse e noteranno cose diverse. La ricerca qualitativa spesso consiste nell’avvicinarsi il più possibile all’esperienza del cliente, senza modificare ciò che si sta cercando di osservare… e l’uso del vetro a due oa vie in una struttura di osservazione è un buon modo per simulare Quello.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *