Code For Sustainable Homes è qui per combattere il cambiamento climatico

Il governo britannico è desideroso di rafforzare le sue credenziali ecologiche e ha recentemente fissato obiettivi estensivi per la riduzione delle emissioni di CO2. All’interno di questo piano il governo ha introdotto il Codice per le case sostenibili che, tra le altre questioni, ha importanti implicazioni sull’industria idraulica e del riscaldamento nel Regno Unito, sia per i progetti di nuova costruzione che per la riqualificazione del patrimonio abitativo esistente.

Attualmente è in vigore la parte L1A del regolamento edilizio. In effetti, definisce già una serie di obiettivi per l’emissione di anidride carbonica di ciascuna proprietà. I promotori immobiliari devono dimostrare in anticipo che una volta completata la costruzione, la proprietà emetterà un’emissione inferiore o uguale all’obiettivo di emissione di carbonio.

La parte L1A è stata introdotta nel 2005 fissando un obiettivo di riduzione del 20% delle emissioni di CO2 per i nuovi sviluppi immobiliari. Il nuovo Codice per le case sostenibili stabilisce sei livelli di riduzione delle emissioni a partire dal 10% per il livello uno, fino a “Zero Carbon” per il livello sei. Entro il 2016 tutte le nuove abitazioni devono raggiungere l’obiettivo del governo di ridurre del 100% le emissioni di carbonio, che corrisponde al livello cinque del Codice.

Il punteggio per le abitazioni viene effettuato secondo un sistema a punti, in cui ogni componente della casa viene valutato in base alla sua efficienza energetica e alle emissioni di carbonio. Per il livello tre è richiesto un punteggio di 57 punti, mentre il livello sei richiede un punteggio di 90 punti.

Gli esperti ritengono che le richieste del nuovo Codice per le case sostenibili possano rappresentare una sfida. Sebbene i sistemi attualmente disponibili possano soddisfare le richieste dei livelli medi del Codice, vi sono ancora alcuni progressi da compiere per soddisfare le richieste dei livelli più alti del Codice.

Un modo per soddisfare la domanda è utilizzare fonti di energia rinnovabile. Ad esempio, un livello quattro nel Codice richiede un’elevata percentuale di tali sistemi energetici sostenibili. I sistemi solari termici sono altamente efficaci e non emettono praticamente alcuna emissione di carbonio. Il riscaldamento invernale (quando le giornate sono brevi), sarà integrato da una caldaia a gas o da un bollitore con riscaldatore ad immersione.

Sebbene attualmente il codice parli principalmente di nuovi progetti di build, gli esperti esortano il governo ad applicare il codice anche nei retrofit. La sostituzione di una vecchia caldaia con una nuova ad alta efficienza ridurrà le emissioni di carbonio, ma aiuterà anche i proprietari di casa a ridurre le bollette del riscaldamento. Una caldaia di classe A, come una moderna caldaia a condensazione, ridurrà le emissioni e ridurrà le bollette del riscaldamento di circa il 30%. Allo stesso modo, un bollitore dell’acqua calda ben isolato ridurrà la perdita di calore e ridurrà ulteriormente le bollette del riscaldamento, rispetto a un vecchio bollitore inefficiente.

Il Codice per le case sostenibili è un blocco importante nella strategia dei governi e avrà altre ramificazioni nel settore edile nel Regno Unito. È quindi importante garantire che il settore sia adeguatamente preparato, poiché è probabile che influenzi i regolamenti edilizi che dovrebbero essere introdotti nel 2010.

Il know-how e le competenze tecnologiche nel Regno Unito sono di alto livello, il che dovrebbe aiutare l’introduzione e l’implementazione di tecnologie ad alta efficienza. Le ultime tecnologie rinnovabili promettono grande efficienza a un prezzo ragionevole, rendendo così più attraente per la popolazione più ampia.

Leave a Comment

Your email address will not be published.