Colori: le loro connotazioni e significati percepiti

Nel corso dei secoli, i colori sono stati usati per evocare determinate emozioni e un esame della storia del colore offre affascinanti spunti sulla condizione umana, oltre a mostrare come culture diverse abbiano sviluppato atteggiamenti diversi nei confronti del colore. Ecco alcuni esempi di ciò che i vari colori sono arrivati ​​a rappresentare nel corso degli anni:

Rosso

Il rosso è stato tradizionalmente associato al coraggio e all’amore nella cultura occidentale, ma in Cina il rosso è il colore della felicità e della fortuna. In effetti, il bianco è stato tradizionalmente il colore più preferito per gli abiti da sposa in America, ma i cinesi preferiscono vestire le loro spose di rosso.

Arancia

L’arancione è considerato un colore caldo, forse perché ha evocato la sensazione del fuoco, fin dai primi inizi dell’umanità. Dipingere le pareti di un arancione tenue, tendente al marrone caldo, stimola l’appetito e può ridurre la tensione. Tuttavia, quando il colore arancione diventa più luminoso, inizia ad assumere una sensazione di alta energia e può portare all’ansia.

Marrone

Il marrone è un altro colore caldo e confortante, che stimola l’appetito e migliora il sapore del cibo. Ciò rende il caffè marrone, in tutte le intensità, con o senza panna, un candidato ideale per le sale da pranzo.

Giallo

Poiché è sempre stato associato al sole, il giallo è stato tradizionalmente considerato un colore allegro. Il giallo è anche il primo colore che la maggior parte delle persone vede all’inizio della primavera, quando i narcisi iniziano a fiorire. Tuttavia, sembra esserci una differenza culturale tra Est e Ovest quando si tratta di giallo. I cinesi venerano abbastanza il giallo da averlo considerato il colore imperiale sin dal X secolo, eppure diversi studi occidentali hanno dimostrato che il giallo è il colore meno preferito di molte persone.

Verde

Il verde è un altro colore che ha sia un lato positivo che uno negativo. È associato alla nuova crescita della primavera, della prosperità e dell’aria pulita e fresca, ma può anche avere una connotazione negativa, in termini di muffa, nausea e gelosia. Nel corso dei secoli, il verde è stato considerato il più delle volte rappresentativo della fertilità e durante il XV secolo il verde era la scelta più popolare per gli abiti da sposa delle spose europee.

Blu

Poiché è associato al colore del mare e del cielo, il blu è diventato il simbolo della serenità e dell’infinito. Ciò è particolarmente vero per le tonalità di blu più verdastre, come acqua e verde acqua. D’altra parte, le tonalità di blu più fredde possono avere la tendenza a causare sentimenti di tristezza.

Viola

Nel corso dei millenni, il viola è stato associato alla regalità nelle civiltà occidentali, a causa delle difficoltà e delle spese necessarie per produrre il colorante viola, che era costituito da una particolare specie di conchiglia di mollusco. Ancora oggi, quando il viola può essere prodotto a buon mercato come qualsiasi altro colore, l’uso del viola è ancora considerato rappresentativo di eleganza e raffinatezza.

Ci sono storie e connotazioni per ogni colore e culture diverse assegnano significati diversi ai colori. Ad esempio, le spose americane generalmente preferiscono abiti da sposa bianchi, mentre molte culture asiatiche vestono le loro spose di nero, riservando il bianco ai funerali. Ma indipendentemente dall’origine della cultura, una cosa è certa: i colori avranno sempre effetti sugli esseri umani e dovrebbero essere considerati attentamente quando si arreda una casa.

(c) Copyright 2004, Jeanette J. Fisher. Tutti i diritti riservati.

Leave a Comment

Your email address will not be published.