Come scrivere una lettera di presentazione dell’applicazione

Se stai pensando di cercare un lavoro, uno dei compiti più scoraggianti che dovrai affrontare durante la tua ricerca di lavoro è probabilmente il compito di scrivere una lettera di presentazione della domanda.

La tua lettera di presentazione della domanda è, dopo tutto, la prima cosa su di te che un datore di lavoro vede; e a seconda di come ti presenti sulla lettera di presentazione, il datore di lavoro potrebbe decidere di chiamarti per un colloquio subito (senza nemmeno guardare il tuo curriculum vitae) oppure decidere di gettare subito tutto il tuo documento nel ‘cestino’, senza anche guardando il resto della tua presentazione, avendo deciso che dall’aspetto della copertina della tua domanda, “semplicemente non c’è nessun affare che possono fare con te”.

Prima ancora di iniziare a considerare come scrivere una lettera di presentazione della domanda, è importante considerare quale sia lo scopo di scrivere una lettera del genere e tenere a mente tale obiettivo durante la stesura della lettera di domanda. Le persone che scrivono lettere di presentazione dell’applicazione inefficaci, i tipi di lettere di presentazione dell’applicazione che finiscono immediatamente nel cestino, tendono ad essere quelle che affrontano l’intero compito presumendo che sia una “formalità” da eliminare non appena possibile – e procedere con il resto della ricerca di lavoro.

La verità della questione, tuttavia, è che scrivere una lettera di accompagnamento dell’applicazione non è solo una formalità. Scrivere una lettera di presentazione dell’applicazione è infatti, come accennato in precedenza, una delle cose che potrebbe finire per creare o distruggere il tuo sforzo di ricerca di lavoro.

Quindi il primo passo per scrivere una lettera di presentazione della domanda dovrebbe essere decidere – e tenere a mente – il motivo per cui lo stai scrivendo, che per impostazione predefinita dovrebbe essere quello di attirare abbastanza il datore di lavoro da guardare il resto del tuo documento di ricerca di lavoro ( curriculum, CV e così via), e alla fine di tutto, chiedi loro di invitarti per un colloquio.

Il secondo passaggio nella scrittura di una lettera di presentazione dell’applicazione è la scelta di un formato. Idealmente, dovresti optare per un formato che ti presenti nella luce migliore, in vista del lavoro per cui stai considerando di candidarti. Se stai facendo domanda per un lavoro in cui formalità e conformità sono gli attributi desiderati di base, il formato della lettera di domanda in formato base potrebbe essere l’ideale per te, mentre se ti stai candidando per una posizione in cui indipendenza e creatività sono gli attributi più desiderabili, più dettagliati i formati delle lettere di candidatura simili a un saggio sono più ideali.

Una riga introduttiva ideale per la tua lettera di presentazione della domanda è dove inizi con un riferimento all’annuncio o qualunque cosa ti stia facendo cercare un impiego in questione (se è dovuto a un giornale o un annuncio online), ad esempio, e la data in cui il stesso è apparso.

Devi andare avanti, però, brevemente, mostrando perché sei il candidato ideale per il lavoro – secondo le specifiche dichiarate dal datore di lavoro – tenendo presente che la nostra lettera di candidatura sarà probabilmente in concorrenza con tonnellate di altri documenti simili.

La tua lettera di candidatura non deve continuare semplicemente a ripetere le informazioni nel curriculum o nel CV, anche per i formati di lettera di presentazione dell’applicazione simili a un saggio, ma piuttosto per aggiungere un valore alle informazioni del CV.

Alla fine di tutto ricordati di fare riferimento sulla tua lettera di presentazione ai documenti che dovrebbe coprire (CV o credenziali allegato) in modo che ci sia continuità nell’intero documento.

Nel caso in cui utilizzi un supporto per la candidatura online, come nel caso in cui ti stai candidando tramite e-mail, e se non diversamente specificato, è meglio avere la lettera di candidatura come corpo principale dell’e-mail, con il resto dei documenti della serie inviati come allegati ad esso.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *