Designer d’interni famosi e i loro stili nell’interior design – Parte 1

introduzione

Questa serie di 4 articoli offre uno sguardo breve ma informativo a 21 tra i più famosi e designer di interni, dai primi pionieri fino ai più celebri designer moderni.

I pionieri dell’interior design

Jean-Henri Jansen (1854-1928)

Il designer olandese, Jean-Henri Jansen, ha lanciato una delle prime aziende internazionali di interior design “Maison Jansen” (House of Jansen) nel 1880, che è diventata famosa per la progettazione e la creazione di mobili eccezionalmente belli e di alta qualità che sarebbero stati utilizzati in una moltitudine di progetti di arredamento d’interni. House of Jansen ha aperto filiali in 8 delle principali città del mondo. Jansen ha lavorato a stretto contatto con il talentuoso interior designer Stephane Boudin che ha nominato direttore dell’azienda. I clienti di House of Jansen includevano i reali e i ricchi e famosi.

Elsie de Wolfe (1865-1950)

La first lady della decorazione d’interni, Elsie de Wolfe si considerava una “bambina brutta”. Questa attrice teatrale vittoriana era una ribelle dei suoi tempi ed è stata accreditata da molti come l’inventore della moderna professione di interior design, anche se ai suoi tempi c’erano già designer di interni affermati. Elsie non amava del tutto i gusti vittoriani, i suoi modelli erano quindi generalmente costituiti da colori chiari e luminosi, contrariamente all’arredamento vittoriano squallido e cupo unito a eccessi inutili come pesanti tendaggi di velluto. Questa è stata una svolta pionieristica rispetto ai design contemporanei dell’epoca. L’influenza di Elsie continua a farsi sentire nel mondo moderno dell’interior design.

Ogden Codman (1863-1951)

Decoratore d’interni e architetto americano, Ogden Codman ha trascorso la sua infanzia nella sua città natale di Boston prima di recarsi in Francia in gioventù per un periodo di tempo. Codman aveva due zii che lo influenzarono enormemente: l’architetto John Hubbard e il decoratore Richard Ogden. Alcune delle opere di Ogden Codman includono la casa di Edith Wharton a Newport, Land’s End, la tenuta della famiglia Rockefeller del cliente di New York John D. Rockefeller, Jr. e la residenza estiva di Cornelius Vanderbilt II a Newport. Insieme alla scrittrice Edith Wharton, nel 1897 Codman è coautore di una guida sull’interior design americano, “The Decoration of Houses”.

Francesca Elkins (1888-1953)

Nata a Milwaukee, Frances Adler Elkins è stata una delle più importanti decoratori d’interni e designer del secolo scorso. Sorella del famoso architetto di Chicago David Adler, Elkins era nota per i suoi design futuristici che riunivano stili ed elementi diversi di vari periodi. Includevano stili country francesi, cineserie e art deco. Gli arredi presenti nei suoi progetti includevano designer come Jean-Michel Frank e Alberto Giacometti. La carriera di Elkins, durata oltre tre decenni, è luccicata da molte commissioni di alto profilo alle Hawaii, nel Midwest e nella California settentrionale e meridionale, nessuna più interessante del restauro della struttura del 1830, Casa Amesti a Monterrey, in California.

Frank Lloyd Wright (1867-1959)

Frank Lloyd Wright era un interior designer e architetto la cui carriera comprendeva più di 1000 progetti, 500 dei quali sono stati completati. Wright era noto per la sua promozione dell’architettura organica, un esempio della quale è Fallingwater. La Robie House è un esempio della leadership di Wright del movimento architettonico della Prairie School, mentre la Rosenbaum House raffigura il concetto di casa usoniana di Wright. Wright aveva anche idee rinfrescanti per ogni tipo di edificio, sia esso una chiesa, un ufficio, una scuola, un hotel o un museo. Insieme a eccellenti rendering architettonici, Wright ha anche progettato gran parte degli interni dei suoi edifici, inclusi l’arredamento, il layout e i mobili.

Leave a Comment

Your email address will not be published.