Diversificazione negli investimenti

Che tu faccia trading su azioni, Forex o opzioni, una parte importante della riduzione del rischio è la diversificazione degli investimenti. Mettere tutti i tuoi soldi su un cavallo è ad alto rischio ed è il segno di un giocatore d’azzardo, non di un investitore. Nessuna analisi tecnica o previsione dello slancio è infallibile al 100% e ogni investitore deve fare i conti con prelievi periodici.

Diversificazione negli investimenti – 3 fattori da considerare.

Aiuta a suddividere l’argomento in diverse domande che consideri separatamente prima di riunirle per la decisione finale di investimento.

  • Rischio e ricompensa

  • Diversificazione dell’esposizione

  • Riequilibrio del portafoglio

Rischio e ricompensa

Ogni veicolo o strategia di investimento ha un profilo di rischio distinto e devi esserne consapevole. Allo stesso modo, ogni approccio ha un potenziale profilo di ricompensa. Nella maggior parte dei casi la ricompensa è direttamente proporzionale al rischio. Ciò significa che maggiore è il profitto che speri di realizzare, maggiore è il rischio che devi essere disposto a gestire. Un buon investitore cerca di bilanciare questo.

Ad esempio, il trading di ETF è a basso rischio, ma il ritorno sull’investimento (ROI) è appena superiore al tasso di inflazione. Il trading di opzioni DITM (Deep-in-the-Money) può aumentare la ricompensa senza aumentare il rischio. Il trading di azioni compra e mantieni (per un titolo con buoni fondamentali) può essere redditizio, soprattutto se reinvesti i dividendi. La vendita di call coperte sul tuo portafoglio azionario può aumentare il tuo ROI senza aumentare il rischio. L’acquisto di opzioni call è altamente rischioso a meno che tu non sia uno swing trader esperto, ma i vantaggi sono sorprendenti. La vendita di spread di opzioni è leggermente meno redditizia nel lungo periodo, ma il profilo di rischio è persino inferiore rispetto alle strategie di acquisto e mantenimento.

Diversificazione dell’esposizione

Il mercato ha diversi settori e ogni settore ha diversi modelli di crescita ciclica o di ritiro. Il tuo piano di investimento dovrebbe includere azioni o opzioni di ciascun settore. Man mano che il denaro scorre da un settore all’altro, puoi tenerne traccia e pianificare i tuoi investimenti di conseguenza. Non dovresti mai avere più del 2-3% del tuo portafoglio impegnato in un determinato titolo e mai più del 20% destinato a un determinato settore.

Bilanciamento del portafoglio

Ogni anno o ogni trimestre, devi guardare quanto è equilibrato il tuo portafoglio. In un dato periodo di tempo, alcuni settori cresceranno mentre altri rimarranno statici o si ridurranno. Questo può lasciare il tuo portafoglio sbilanciato. In qualità di investitore responsabile, devi riequilibrare la tua diversificazione negli investimenti. Quindi, forse hai diviso equamente il tuo portafoglio tra Forex, ETF, REIT, vendita di opzioni e azioni preferite da acquistare e tenere. Se ottieni profitti audaci vendendo opzioni, puoi prendere questi profitti e reinvestirli negli altri settori in modo che la proporzione rimanga la stessa.

La curva di apprendimento

È più facile, ma più rischioso, attenersi a una strategia di investimento. Vale la pena investire lo sforzo educativo in strategie diverse. Questo può essere uno dei maggiori fattori nella riduzione del tuo profilo di rischio. Investitori seri, che non hanno voglia di scommettere, faranno questo investimento. La diversificazione negli investimenti è uno dei più potenti fattori di profitto, semplicemente perché ti impedisce di perdere denaro.

Leave a Comment

Your email address will not be published.