Ecco esattamente ciò di cui hai bisogno per avviare un’attività di pulizia dei pignoramenti

Per quanto riguarda la migliore attività da avviare nell’anno 2010, la pulizia dei pignoramenti deve essere tra le migliori opportunità imprenditoriali, per alcuni motivi. Il principale è che la crisi della preclusione della casa non è affatto finita. Prova?

Anche se il settore immobiliare sta iniziando a registrare una ripresa molto lenta, ci sono ancora milioni di immobili pignorati che devono ancora essere immessi sul mercato.

Secondo i principali esperti del settore finanziario come Standard & Poors e Moody’s, a febbraio 2010, ci sono circa 7,7 milioni di proprietari di case che sono inadempienti sui loro mutui. Tuttavia, queste non vengono segnalate dalle banche come proprietà di proprietà della banca (REO).

Molti istituti di credito non precludono di proposito le case perché non vogliono inondare il mercato con più scorte perché farà scendere nuovamente i prezzi delle case. In breve, le attività di pulizia dei pignoramenti avranno molto lavoro, per gli anni a venire.

Ora che sai perché avviare un’attività di pulizia di preclusione sarà una buona opportunità per gli anni a venire, ecco cosa devi iniziare.

1. Una licenza commerciale: Questo non è un business in cui puoi “volare” senza una licenza. Per essere preso sul serio ed essere idoneo a cose come i contratti di pulizia di preclusione dall’HUD e le opportunità di subappalto di preclusione con la tua autorità immobiliare locale, devi essere autorizzato come attività commerciale ufficiale.

Nota: A partire da marzo 2010, molte autorità immobiliari in tutto il paese hanno iniziato a ricevere fondi di stimolo del governo. Ciò significa che le giurisdizioni locali avranno denaro per finanziare molti progetti ideali per le società di pulizia dei pignoramenti e altre società di servizi immobiliari come: periti, società di controllo delle termiti e dei parassiti, appaltatori edili, idraulici, elettricisti, società di coperture, società di cura del prato, ecc. .

Ma devi essere una società autorizzata anche solo a competere per qualsiasi tipo di lavori di pulizia di preclusione con queste agenzie governative.

2. Assicurazione: Banche, istituti di credito, agenti immobiliari, ecc., semplicemente non vorranno nemmeno trattare con la tua azienda a meno che non sia adeguatamente assicurata. In effetti, dice il proprietario di un’impresa di pulizie di preclusione ad Atlanta, “Spesso è una delle prime cose che ti chiedono quando ti contattano per lavoro”.

Ne hai anche bisogno per proteggere te, i tuoi lavoratori e la tua proprietà mentre fai crescere la tua attività di pulizia dei pignoramenti.

Di quale tipo di assicurazione ha bisogno la tua attività di preclusione per ripulire?

La risposta è, dipende. Come minimo, avrai bisogno di una copertura di responsabilità civile e di un’assicurazione auto per i tuoi veicoli. Se assumi dipendenti, avrai bisogno anche di un compenso per gli operai. Ogni area del paese è diversa e ogni contea ha requisiti diversi.

Chiama le agenzie di assicurazione locali che servono la tua zona e parla loro del tipo di attività che stai avviando. Saranno in grado di guidarti nella decisione sul tipo di assicurazione di cui hai bisogno.

Per quanto riguarda ciò di cui hai bisogno per avviare un’attività di pulizia di preclusione, licenza e assicurazione è per quanto riguarda “entrare in affari”. Ora sei pronto per il mercato per “portare in affari”.

Leave a Comment

Your email address will not be published.