I migliori consigli per incorporare il tuo marchio personale nella tua ricerca di lavoro

Quando pensi alla tua prossima mossa di carriera, come sarebbero le cose per te se tu fossi braccato piuttosto che essere il cacciatore? Il personal branding (il processo di chiarimento e comunicazione che rende te e la tua proposta di valore unica diversi e speciali) ti consente di farti un nome. Ti differenzia dai tuoi coetanei e ti aiuta a posizionarti come leader nel tuo campo – come specialista e autorità che sa come fare un lavoro e riempire una particolare nicchia sul posto di lavoro meglio di chiunque altro.

Invece di ritrovarti costantemente alla ricerca di opportunità di lavoro che non si concretizzano mai, seduto a casa ad aspettare che squilli il telefono e avere le porte chiuse a chiave, immagina che sensazione positiva e sicura sarebbe avere datori di lavoro e reclutatori effettivamente cercano Sei fuori. Con un po’ di tempo e sforzi dedicati all’identificazione e alla comunicazione del TUO marchio personale in relazione alla tua carriera, questo è uno dei principali vantaggi di cui godrai.

Se sei un professionista impegnato in una seria ricerca di lavoro, sarebbe quasi impossibile sfuggire al problema del personal branding. Tutti ne parlano! E, per una buona ragione. Il personal branding può avere un incredibile impatto positivo non solo sulla tua attuale ricerca di lavoro, ma anche sul successo e sulla progressione della tua intera carriera. Ma, solo perché tutti ne parlano, non significa che tutti stiano facendo uso della conoscenza. Attraverso il personal branding, c’è ancora un’incredibile opportunità per il professionista lungimirante di posizionarsi al di sopra dei propri coetanei e concorrenti nel mercato del lavoro.

Non è difficile essere convinti che il personal branding sia l’onda del futuro quando si parla di ricerca di lavoro professionale. Ma una volta che sei convinto e una volta che ti sei sforzato di chiarire il TUO marchio personale, come fai a fare quel salto per incorporare quel marchio nella tua ricerca di lavoro? Esiste una cosa come una ricerca di lavoro basata sul marchio? In che modo esattamente promuovi il tuo marchio personale nel mercato del lavoro?

Ecco 5 suggerimenti per incorporare il tuo marchio nel tuo curriculum, nelle tue lettere di presentazione e nel tuo intero portfolio di marketing professionale.



Suggerimento n. 1

Il branding fornisce al tuo curriculum e ad altri documenti di marketing professionale un focus istantaneo e preciso che ti posiziona come il candidato ideale per il tipo specifico di opportunità che ti interessa. Un curriculum sfocato è noioso e inefficace. Un curriculum sfocato fa perdere tempo ai tuoi lettori e atterrerà nel file circolare. Un curriculum adeguatamente brandizzato è, per definizione, mirato e affronta non solo la tua proposta di valore unica, ma lo fa in un modo che risponde alle preoccupazioni del tuo pubblico di destinazione.

Suggerimento n. 2

Usa il profilo del tuo marchio personale e la dichiarazione personale del marchio per proiettare un’immagine del marchio coerente e una proposta di valore nel tuo curriculum, lettere di presentazione e tutti i tuoi documenti. Nel mio lavoro, ho l’opportunità di rivedere molti curriculum, lettere, biografie e altri documenti che i miei clienti e potenziali clienti hanno cercato di scrivere per se stessi. Questo suggerimento si riferisce a uno degli errori più comuni che vedo. Troppe persone cercano di essere troppe cose per troppe persone. I loro portafogli di marketing professionale (curriculum, lettere di presentazione, biografie, ecc.) Sono un miscuglio di documenti scritti nel corso di un certo numero di anni e aggiunti casualmente ogni volta che si presenta la necessità di un curriculum aggiornato. Certamente nel portfolio, e talvolta anche all’interno dello stesso documento, trovo più stili di design e contenuto, oltre a messaggi disconnessi e obsoleti. Quando marchi i tuoi documenti di ricerca di lavoro, correggi immediatamente questo problema.

Suggerimento n. 3

Durante la prima revisione, i curriculum vengono scansionati per pochi secondi in un processo che non ha lo scopo di fare altro che filtrare i candidati non qualificati. Incorporare in modo chiaro e succinto la tua dichiarazione personale del marchio nel profilo o nella sezione di riepilogo del tuo curriculum è un modo per garantire che il tuo curriculum si distingua e attiri l’attenzione. Un modo per ottenere questo risultato è con un titolo seguito da un sottotitolo che promuova la tua proposta di valore. Se non hai familiarità con questo stile, dai un’occhiata ai numerosi esempi di curriculum sul sito Web di Distinctive Documents.

Suggerimento n. 4

Il personal branding ti offre un modo per far risplendere veramente la tua personalità e per stabilire una connessione emotiva con il tuo pubblico. Può essere difficile stabilire questa connessione nel tuo curriculum, ma le tue lettere di presentazione e la tua biografia narrativa sono grandi opportunità per promuovere le competenze trasversali e intrecciare esempi di attributi chiave del marchio. In un senso molto reale, il personal branding richiede che tu sia coraggioso nel “possedere” davvero te stesso e nel riconoscere te stesso per i punti di forza e il valore che porti in tavola. Lascia che la tua personalità si manifesti nelle tue lettere e nella tua biografia. Non aver paura di stabilire una connessione accentuando i tuoi punti di forza e la proposta di valore in relazione al tuo pubblico. Questo è un ottimo modo per stabilire un rapporto e la fiducia con il tuo lettore anche prima che tu abbia la possibilità di parlare al telefono.

Suggerimento n. 5

Tieni presente che uno dei tuoi obiettivi principali nel brandizzare i tuoi documenti di ricerca di lavoro è dipingere un ritratto avvincente della tua proposta di valore unica. Per fare ciò, dovrai strutturare il tuo curriculum in modo che promuova le tue abilità, qualifiche, esperienze e risultati chiave in un modo che sia allo stesso tempo convincente e convincente e illustri chiaramente al lettore che puoi soddisfare le sue esigenze e aiutarlo a raggiungere i loro obiettivi, aggiungendo nel contempo valore alla loro organizzazione e offrendo un forte ritorno sull’investimento nell’assumerti. Questo è molto da realizzare in un unico curriculum! Uno dei modi più efficaci per farlo è focalizzare la cronologia della tua storia lavorativa su risultati e risultati.

Scrivi i tuoi risultati in modo che raccontino una storia succinta delle sfide e dei problemi che hai affrontato, delle azioni che hai intrapreso per affrontare tali sfide e quindi dei risultati e dei benefici di tali azioni: l’effettivo ritorno sull’investimento delle tue azioni. Scrivere la tua cronologia professionale in questo modo coinvolgerà il lettore, supportando il tuo marchio e aiutandolo a immaginare come aggiungerai valore in futuro alla loro organizzazione.

Leave a Comment

Your email address will not be published.