Il segreto per investire con successo sta nel tuo lato femminile

La nostra immagine di investitore astuto potrebbe essere vestito in gessato, alimentato dal testosterone e uno spietato acquirente di rischi. Eppure corre il serio rischio di essere superato da quelli di una persuasione più femminile.

Uno dei più grandi studi sull’attività di investimento, condotto presso l’Università della California nel 2001, ha mostrato che gli uomini commerciano il 45% in più rispetto alle donne. Tuttavia, i loro rendimenti medi aggiustati per il rischio sono stati inferiori dell’1,4%. Un altro ampio sondaggio di DigitalLook ha rilevato che i portafogli femminili sono cresciuti del 3% in più rispetto al FTSE nell’anno conclusosi il 31 luglio 2004, mentre quelli maschili sono rimasti indietro dell’1%.

Da allora le prove della supremazia femminile nei mercati degli investimenti sono aumentate costantemente. Ora gli psicologi possono identificare i tratti caratteriali che compongono un investitore vincente. Stanno anche individuando quei tratti che spiegano perché più uomini finiscono per contare le loro perdite nei mercati.

Quali sono quegli attributi che mettono uno sopra l’altro? La migliore performance di investimento delle donne può dipendere dal semplice fatto che sono:

  • Più cauto

I portafogli delle donne sono più equilibrati e diversificati. Scelgono anche opzioni più a basso rischio, meno alla moda.

  • Meno competitivo

Le donne investono meno del loro ego in un affare. Sono meno motivati ​​a dimostrare la loro abilità finanziaria agli altri o ad essere coinvolti per il brivido.

  • Più coerente

Le donne hanno dimostrato di sostenere un portafoglio meno volatile rispetto agli uomini. Sono anche più bravi a escludere le “informazioni” a cui altri potrebbero reagire in modo eccessivo e a cavalcare gli alti e bassi dei mercati.

  • Più paziente

Si impegnano in un minor salto di fondi, commerciano meno frequentemente e mantengono gli investimenti più a lungo. Coloro che fanno trading più frequentemente guadagnano i rendimenti più bassi, hanno scoperto gli studi di Barber e Odean (2000) e Carhart (1997). Questo vale sia per gli individui che per i fondi comuni di investimento.

  • Ricercatori migliori

Sebbene le donne nel complesso siano investitori meno esperti degli uomini, ricercheranno in modo più approfondito e saranno meno influenzati dal gregge.

Certo, questi aspetti della psiche femminile rendono anche le donne investitori più conservatori degli uomini. E quindi potrebbero non raccogliere i profitti stratosferici (o fare le mega perdite) che fanno gli uomini. Tuttavia, investendo in fondi che sono costantemente buoni nel tempo, i rendimenti netti delle donne sono più elevati. E non è quello che conta alla fine?

Naturalmente, molti uomini hanno le carte in regola per renderli investitori di prim’ordine. Ma i loro tratti vincenti potrebbero non essere quelli solitamente maschili. I veri migliori investitori maschili potrebbero essere più in contatto con il loro lato femminile di quanto pensiamo.

A parte la mancanza di estrogeni e meno borse, cos’altro spiega il divario vincitore-perdente? Ci sono tre tratti psicologici chiave che, quando si tratta di prendere le decisioni di investimento più sagge, possono far inciampare gli uomini ogni volta.

Questi sono:

  • Attitudine al rischio

Gli uomini sono meno avversi al rischio delle donne e sosterranno portafogli più incerti. È più probabile che mettano tutte le uova nello stesso paniere invece di optare per un portafoglio più sicuro e diversificato. I guadagni più elevati degli uomini e il maggiore patrimonio netto rendono anche più facile per loro correre rischi maggiori rispetto alle donne. Uno studio statunitense condotto da Wang nel 1994 ha anche mostrato che è più probabile che alle donne vengano offerte opzioni più sicure rispetto agli uomini, da consulenti che si aspettano che siano avverse al rischio.

  • Eccessiva fiducia

L’eccessiva sicurezza si trova costantemente in più uomini che donne, secondo la ricerca. E questo è particolarmente vero nelle arene dominate dagli uomini come la finanza. Sopravvalutano i rendimenti che porteranno i loro investimenti e la certezza del ritorno. Hanno anche un’eccessiva fiducia nell’accuratezza delle proprie conoscenze e sopravvalutano le proprie capacità. In uno studio Gallup, uomini e donne si aspettavano che i loro portafogli superassero il mercato, ma gli uomini si aspettavano che i loro lo superassero di un margine maggiore.

  • L’istinto del gregge

Il monitoraggio costante del mercato può alimentare l’eccessiva attività degli uomini e indurli ad agire in modo irrazionale. Gli uomini hanno maggiori probabilità di essere attratti dai giochi finanziari segui il mio leader e dalle cascate di informazioni. Cadono anche per essere troppo ben informati, invece di escludere il flusso infinito di notizie e informazioni finanziarie e attenersi a una revisione annuale del portafoglio.

Nonostante le donne abbiano più delle abilità innate che potrebbero far guadagnare loro i migliori guadagni, purtroppo ancora poche di loro sono in gioco. Gli investitori maschi sono più numerosi delle femmine di otto a uno e solo il 3% degli hedge fund è guidato da una donna. Simonne Gnessen, che possiede Wise Monkey Financial Coaching e ha una clientela prevalentemente femminile, dice che le donne potrebbero prendere in prestito un po’ di quell’eccessiva sicurezza maschile. “Molte donne hanno esattamente quello che serve per raggiungere vertiginose vette finanziarie”, ha commentato, “l’unica cosa che le trattiene è sapere che ce l’hanno e agire di conseguenza”.

Leave a Comment

Your email address will not be published.