La pubblicità come strumento di comunicazione

La pubblicità è una forma di comunicazione di massa con il pubblico. Di solito è unilaterale, ovvero dall’azienda all’acquirente/potenziale utente del prodotto. È una forma di comunicazione che in genere tenta di persuadere i potenziali clienti ad acquistare o consumare più prodotti/servizi di una particolare marca. Come giustamente definito da Bovee, “la pubblicità è la comunicazione non personale di informazioni solitamente pagate e di solito di natura persuasiva su prodotti, servizi o idee da parte di sponsor identificati attraverso i vari media”.

La pubblicità è un importante strumento di comunicazione utilizzato per promuovere beni e servizi commerciali, può anche essere utilizzato per informare, educare e motivare il pubblico su questioni non commerciali come AIDS, Non bere e guidare, Polio, Risparmiare acqua, elettricità , animali e alberi ecc. “La pubblicità giustifica la sua esistenza se utilizzata nell’interesse pubblico: è uno strumento troppo potente per essere utilizzato esclusivamente per scopi commerciali”. – Attribuito a Howard Gossage da David Ogilvy.

La pubblicità è più efficace con prodotti che possono essere differenziati da prodotti simili in base alla differenza di qualità accettata dal consumatore. Tom Egelhoff ha classificato la pubblicità in 6 tipi, ovvero per immagine aziendale, nomi di marchi, servizio pubblicitario anziché prodotto, pubblicità business-to-business, pubblicità cooperativa e pubblicità di servizio pubblico. Televisione, Radio, Cinema, Rivista, Diario, Giornale, Videogioco, Internet, Billboard, Transit Cards, Sandwich Board, Skywriting sono i diversi mezzi utilizzati per trasmettere il messaggio. Le aziende scelgono il metodo in base al costo, al budget, al pubblico di destinazione e alla loro risposta. Tuttavia, la pubblicità del passaparola/raccomandazioni personali è una forma di pubblicità non retribuita che può fornire una buona visibilità a un costo minimo.

Diverse nuove forme di pubblicità stanno crescendo rapidamente. Uno di questi è la pubblicità sui social network. È una pubblicità online incentrata sui siti di social networking e sull’uso di Internet/World Wide Web per inviare messaggi di marketing e attirare clienti. L’altro è la pubblicità tramite posta elettronica; L’e-mail marketing è spesso noto come “pubblicità opt-in-email” per distinguerlo dallo spam. “Credo che la ‘credibilità’ sia uno dei maggiori problemi che devono ancora essere affrontati dagli inserzionisti di Internet. Tutti hanno d’occhio la ‘privacy’ come una preoccupazione fondamentale, ma la credibilità sarà molto più abilitante o disabilitante per la redditività del sito web. Un’azienda può avere una presenza sul web e, a meno che il nome del marchio non sia familiare, i consumatori non hanno modo di sapere se si tratta di una grande azienda, una piccola azienda, un’azienda onesta o un singolo mascalzone.Potrei essere preoccupato che i miei dati personali vengano divulgati in violazione di la mia privacy, ma sono molto più preoccupato se la persona o l’azienda con cui sto trattando sia rispettabile o meno. Posso credere alle loro affermazioni? Avrò ricorso se qualcosa non va con la merce? La credibilità non è più rigorosamente una questione concreta. Non posso giudicare qualcuno dalla loro sede di attività, quando conduco quell’attività su Internet. Non posso afferrare una mano e guardarli negli occhi per giudicarne la veridicità. La credibilità è un problema enorme”. – Jef Richard.

Affinché un messaggio sia efficace, mantienilo breve, semplice, nitido e facile da assorbire. È essenziale tradurre l’offerta di prodotti/servizi in un vantaggio significativo per il cliente mediante la pubblicità, creare consapevolezza e generare risposte. RICORDA: – IL MODELLO AIDA – ATTENZIONE, INTERESSE, DESIDERIO E AZIONE.

Nello scenario moderno, la maggior parte delle aziende esternalizza le proprie attività pubblicitarie a un’agenzia pubblicitaria/pubblicitaria che è un’azienda di servizi dedicata alla creazione, pianificazione e gestione della pubblicità e talvolta svolge anche altre forme di promozione come pubbliche relazioni, pubblicità e promozione delle vendite per i suoi cliente. I dipartimenti dell’agenzia pubblicitaria comprendono: – Il Dipartimento Creativo (che crea una vera e propria pubblicità), Account Service (che ha la responsabilità di coordinare il team creativo, il cliente, i media e lo staff di produzione), Creative Service Production (qui i dipendenti sono le persone che hanno contatti con i fornitori dei vari media creativi), Altro reparto e Personale. (come le pubbliche relazioni). Come disse una volta David Ogilvy, il rapporto tra un produttore e la sua agenzia pubblicitaria è intimo quasi quanto il rapporto tra un paziente e il suo medico. Assicurati di poter vivere felicemente con il tuo potenziale cliente prima di accettare il suo account.

Pertanto, vorrei concludere con le famose parole di Bruce Barton (1955): “La pubblicità è l’essenza stessa della democrazia. Un’elezione si svolge ogni minuto della giornata lavorativa attraverso gli sportelli di centinaia di migliaia di negozi e negozi dove i clienti dichiarare le loro preferenze e determinare quale produttore e quale prodotto sarà il leader oggi e quale sarà il leader domani”.

Leave a Comment

Your email address will not be published.