Paura o libertà nella scelta professionale?

La paura può paralizzarci e impedirci di prendere buone decisioni. L’ignoto ci spaventa e ostacola la nostra strada verso il successo. Come consulente del lavoro, ho visto molte persone temere di correre il rischio di cambiare carriera e rimanere in lavori insoddisfacenti a causa delle loro paure.

I rischi sono qualcosa che prendiamo ogni giorno, a volte senza accorgercene. Quando sali in macchina, determini il rischio di essere coinvolto in un incidente? Quando fai una passeggiata invernale, ti preoccupi di cadere sul ghiaccio? Se lasciamo che la paura governi le nostre vite, non ci godremmo mai un viaggio estivo, o non saremmo rinvigoriti da una passeggiata in una giornata frizzante. La maggior parte di noi si rende conto di avere la fiducia necessaria per fare le cose perché il rischio è limitato. Come possiamo avere la stessa fiducia quando decidiamo di cambiare carriera?

1. Raccogli informazioni: più sai qualcosa, più facile determinare il grado di rischio nell’impresa. Fortunatamente, viviamo nell’era dell’informazione in cui possiamo accedere rapidamente ai dati. Conduci ricerche su Internet, presso la tua biblioteca locale, da istituzioni sponsorizzate dal governo e parlando con esperti.

Sii sempre consapevole del fatto che ci saranno feedback negativi e positivi e devi analizzare attentamente le informazioni. Da dove provengono i dati? La fonte è affidabile? Qual è la competenza della persona? Mi stupisce quando sento che le persone scontano le opportunità eccellenti solo perché un amico ha detto di non farsi coinvolgere, quando quell’amico non aveva alcuna conoscenza effettiva della cosa in questione!

Valuta attentamente le opinioni e prendi una decisione solo dopo aver raccolto informazioni sufficienti per esprimere un giudizio corretto.

2. Rischio finanziario: considera quanto sei disposto a investire. Ho visto molte persone continuare a buttare soldi buoni dopo cattivi, quando hanno bisogno di avere un limite su quanto possono permettersi di investire in un progetto. Altre persone si rifiutano di investire un centesimo, con la mentalità che possono ottenere qualcosa per niente. È probabile che se acquisti un anello di diamanti per un centesimo, ottieni un pezzo di vetro del valore di 10 centesimi! Una sana gestione aziendale comporta quasi sempre un investimento di tempo, energia e denaro. Non credere alle promesse di schemi rapidi senza indagare sul prodotto e determinare se te lo puoi permettere!

3. Si adatta al tuo interesse: nel libro “Di che colore è il tuo paracadute” di Richard Nelson Bolles, ho letto di uno studio sulle carriere. Un gruppo ha intrapreso una carriera basata sull’idea che sarebbe diventato ricco grazie a ciò, mentre l’altro gruppo di studio ha perseguito la propria passione. Anni dopo è stato stabilito che coloro che avevano fatto ciò che amavano avevano quasi il 100% di successo in quel campo, mentre solo il 10% di coloro che cercavano la ricchezza l’aveva effettivamente raggiunta. La morale della storia è fare ciò che ti interessa e ciò che ti piace ed è più probabile che le ricompense seguano. Ho scelto la mia attività da casa vendendo abbonamenti di viaggio, perché amo viaggiare e le persone con cui parlo di solito rispondono al mio entusiasmo. Il tuo successo dovrebbe essere misurato tanto in felicità quanto in ricchezza.

4. Determina in che modo la decisione influenzerà la tua vita: in che modo la decisione influirà sul tuo tempo, energia, finanze e tempo in famiglia? Fai un elenco di tutti i vantaggi e gli svantaggi. Si tratta di un impegno a lungo termine o a breve termine? Che tipo di cose dovrai considerare prima che l’idea funzioni per te?

5. Infine, pianifica: fissa gli obiettivi, risparmia in anticipo se necessario e pianifica come raggiungerli.

La paura può essere superata quando una persona cerca di mantenere i rischi minimi. Non perdere l’occasione di cambiare la tua vita solo perché è nuova o impegnativa. Soppesare i rischi e diventare una delle persone di successo che cerca di trovare qualcosa di più del normale per la propria vita.

Leave a Comment

Your email address will not be published.