Perché la fase di sviluppo del progetto architettonico diventa più impegnativa della fase contrattuale?

Le fasi schematica e contrattuale sono i trampolini di lancio di qualsiasi progetto, sia esso retail o meno. Sono fasi preziose in quanto stabiliscono l’intento architettonico, lo stile visivo e suggeriscono un approccio strutturale o un altro. Per quanto importanti siano queste fasi, in pratica sta diventando sempre più evidente che la fase di sviluppo del design è molto più impegnativa delle altre due. Quando mirano a produrre set di disegni per costruzioni al dettaglio/altri, i clienti notano come le sfide si traducono in tempo e costi monetari.

La spiegazione di ciò viene dalla comprensione di come operano la maggior parte degli studi di architettura, in particolare quelli tradizionali. In breve, le aziende spesso trascorrono pochissimo tempo durante la fase schematica per molte valide ragioni. Ad esempio, in molti casi la fase di progettazione di un progetto non è affatto formalmente appaltata, quando lo studio di architettura presenta un potenziale cliente o partecipa a un concorso. Altre volte il budget del cliente non è del tutto determinato e molte considerazioni progettuali non sono impostate, quindi la fase contrattuale prevede molte congetture e tocca i vari aspetti del progetto in modo superficiale. Questo è naturale e i problemi sorgono solo quando il cliente ha le idee chiare sul progetto e decide di passare direttamente allo sviluppo del design senza ricontrollare le premesse del progetto.

In pratica il legame tra fase schematica/appalto e sviluppo del progetto è evidenziato da una statistica piuttosto scioccante: la maggior parte dei progetti di costruzione nel mondo va incontro a sforamenti dei costi (ci sono molte risorse online, eccone una abbastanza affidabile: [Source: kpmg.com]. I motivi per cui i progetti finiscono per costare più denaro e/o tempo è precisamente la differenza tra le aspettative stabilite dalla fase di appalto e le sfide della produzione di set di disegni per costruzioni al dettaglio validi, pronti per l’implementazione. In questo caso, scegliere il Retail BIM Modeling come approccio di sviluppo è un modo fondamentale per ridurre significativamente i tempi di sviluppo del design. Ma questo non è un approccio chiaro né l’unico che dovrebbe essere implementato dai project manager.

Il BIM, o Building Information Modeling, ha cambiato il panorama della gestione dei progetti e consente a team più piccoli di architetti e ingegneri di lavorare su progetti più grandi, pur avendo una panoramica più chiara del processo di sviluppo. Tuttavia, la modellazione BIM al dettaglio può essere proibitiva in termini di costi quando ci si rivolge a molte aziende di design locali. Fortunatamente, esternalizzare lo sviluppo del design a un’azienda all’estero può ridurre significativamente i costi poiché il cliente può scegliere un leader del settore da un pool più ampio di aziende con costi operativi molto inferiori.

Combinare il BIM con l’esternalizzazione della produzione di set di disegni per costruzioni al dettaglio significa che puoi dedicare più tempo per assicurarti che i disegni che ottieni possano consentirti di realizzare l’intento progettuale.

Mentre molte statistiche che coprono il superamento dei costi si concentrano su progetti su larga scala finanziati dallo stato, anche la vendita al dettaglio è un noto obiettivo di questo fenomeno. Questo perché spesso i design di vendita al dettaglio sono fortemente marchiati e finiscono per essere implementati in molte località nell’area geografica del mercato di riferimento. Gli errori commessi nella fase schematica possono quindi avere conseguenze disastrose quando attraversano i rigori della modellazione BIM al dettaglio. Fortunatamente, il BIM rende molto facile e conveniente adattare un progetto di base/modello a molti contesti poiché costruisci gli elementi di design una sola volta.

Diventa quindi chiaro che, con la vendita al dettaglio in particolare, è sempre meglio collaborare con uno sviluppatore esperto. L’outsourcing non è solo più conveniente, ma offre anche la possibilità di collaborare con specialisti di grande esperienza. Inoltre, quando i budget di tempo si estendono, è prezioso affidarsi a un’azienda più grande in grado di aumentare la forza lavoro per rispettare le scadenze. Gli strumenti di comunicazione e collaborazione hanno raggiunto un livello in cui lavorare con un partner offshore non è un problema ma un’opportunità.

In conclusione, lo sviluppo del design è una fase molto complessa e comporta sempre una serie di rischi. Il modo migliore per ridurli al minimo è cercare partner di modellazione BIM al dettaglio con una notevole esperienza in Set da disegno per costruzioni al dettaglio e, idealmente, coinvolgerli in tutte le fasi dello sviluppo. Una grande società di outsourcing in genere gestirà tutti gli aspetti dello sviluppo internamente, incluso MEP, e individuerà e gestirà eventuali problemi sistemici con il progetto sin dalle prime fasi. In questo modo le società di progettazione offshore sono ben posizionate per assicurarsi che il tuo progetto non finisca nella statistica sopra menzionata e aiuterà la tua azienda a rimanere al di sopra della concorrenza, nei tempi e nel budget.

Leave a Comment

Your email address will not be published.