Perché un buon barista ha le capacità per essere un buon agente immobiliare

Alcune persone iniziano la loro carriera nel settore immobiliare subito dopo il liceo o l’università, ma la maggior parte arriva nel settore immobiliare dopo aver fatto qualcos’altro. Alcuni sono andati in pensione e altri stanno solo cercando un cambio di passo.

Quando scrivo le biografie degli agenti, guardo sempre quelle carriere passate per vedere come possono collegarsi alle vendite immobiliari. Spesso le esperienze passate possono rafforzare le abilità che l’agente vuole enfatizzare.

Alcune carriere passate rendono la transizione più difficile di altre. Ad esempio, gli insegnanti della scuola devono imparare da soli le capacità di ascolto dopo anni in cui sono stati quelli che parlano. D’altra parte, un buon insegnante di scuola ha le capacità per educare acquirenti e venditori sulla realtà del mercato odierno.

Questa è un’abilità che un barista potrebbe non avere, ma penso che i bravi baristi possiedano la maggior parte delle competenze necessarie per una carriera di successo nel settore immobiliare.

La mia definizione di buon barista è uno che ha un seguito – una persona che è un “pareggio” per lo stabilimento in cui lavora. Possono mescolare un buon drink, ma sono le abilità delle loro persone che trasformano i clienti occasionali in “normali”.

Quindi quali abilità possiedono i baristi che li renderebbero dei buoni agenti immobiliari?

Un buon barista sa ascoltare. Basti pensare al tempo che trascorrono ad ascoltare i loro clienti. E anche se potrebbero non dover ascoltare tutti con tutto il cuore, devono prestare molta attenzione ai loro clienti abituali. Così come i buoni agenti immobiliari devono prestare molta attenzione ai loro acquirenti e venditori.

E allora è meglio che lo facciano un buon ricordo. Non solo lui (o lei, ovviamente!) ha bisogno di ricordare cosa vuole ogni persona al bar quando alza un dito per un altro drink, ha bisogno di ricordare cosa mettere davanti a un cliente abituale quando entra. E poi, ha bisogno di ricordare cosa fa quella persona per vivere, i nomi dei loro figli, ecc. Gli agenti devono ricordare le informazioni personali insieme ai desideri e alle esigenze dei loro clienti.

Un buon barista rispetta ciò che vuole il cliente – non cerca di suggerire che qualcos’altro potrebbe fare. Come agente, probabilmente non mostrerà a qualcuno una casa in una strada trafficata se hanno specificato di voler vivere in un tranquillo cul-de-sac.

Un buon barista può parlare con persone di ogni ceto sociale e trattali allo stesso modo. Deve essere non giudicante e amichevole, in tutti i casi tranne che nei casi più estremi. E di fronte a quei casi estremi deve pensare e agire rapidamente senza agitarsi. Una buona pratica per affrontare le sorprese che acquirenti e venditori a volte si lanciano su un agente.

Un buon barista sa come mantenere riservate le informazioni. I bravi baristi non possono essere pettegolezzi. Riesci a immaginare quanto velocemente perderebbero il loro seguito se iniziassero a menzionare che il signor Smith è venuto a bere qualcosa con la signorina Jones, o se menzionassero che un venditore dell’azienda X è stato coinvolto in una lunga conversazione con il proprietario dell’azienda Z ? Nel settore immobiliare, mantenere riservate le informazioni sui clienti è un must.

Un buon barista deve avere capacità di gestione delle persone. Deve essere in grado di dire “Ne hai avuto abbastanza” senza trasformare un cliente in un nemico. Ci vuole un po’ di finezza! Questa abilità potrebbe tradursi bene nella finezza necessaria quando i clienti chiedono a un agente di fare cose che vanno contro le normative.

Quindi, se sei un barista e stai pensando a un cambiamento, considera gli immobili. Hai le competenze!

Leave a Comment

Your email address will not be published.