Pianificazione inversa del pavimento abitativo: cos’è ed è giusto per te?

L’architettura tradizionale che si trova in tutto il settore dell’edilizia domestica fornisce tipicamente case a due piani con lo spazio abitativo principale al primo piano e la zona notte al secondo piano. Tuttavia, si è evoluta un’alternativa popolare a questa planimetria che è diventata nota come vita inversa. Continua a leggere con me mentre spiego la vita inversa e ti aiuto a decidere quando una planimetria inversa potrebbe essere adatta a te.

Nelle tradizionali case a due piani, al primo piano si trova lo spazio abitativo attivo che si trova in stanze come il soggiorno, la cucina, la sala da pranzo, lo studio e la camera familiare. Questa disposizione consente di entrare e uscire facilmente dalla casa durante il normale corso della giornata, quando i proprietari di abitazione e le loro famiglie tendono a fare frequenti e multipli viaggi dentro e fuori casa e, nel processo, desiderano la comodità di una stessa rapporto a pavimento tra il loro spazio abitativo interno ed esterno. L’attività più passiva del sonno, tipica delle camere da letto, è relegata al secondo piano, il livello meno conveniente della tradizionale casa a due piani.

La forma più semplice di una pianta abitativa inversa è l’inversione dello spazio abitativo e dello spazio notte all’interno di una casa a due piani. Questa relazione tra la vita interna e l’ambiente esterno cambia a causa dei corridoi panoramici o dei servizi esterni, per i quali un cliente cerca di massimizzare l’esposizione durante il suo tempo di vita. Questo tipo di planimetria è più comune per le case situate in modo da sfruttare le viste panoramiche create da montagne, colline, paludi, santuari della fauna selvatica, fiumi, torrenti, distese d’acqua e skyline urbani. Posizionando lo spazio abitativo al livello più alto all’interno della casa, le viste vengono catturate più facilmente o forse rese visibili quando potrebbero essere parzialmente o completamente bloccate ai livelli inferiori.

All’interno di una planimetria abitativa inversa, le camere da letto sono relegate nelle zone più inattive della casa. In alcune planimetrie abitative inverse, la camera da letto principale può essere inclusa al livello più alto della casa, se il proprietario della casa vuole apprezzare i panorami nella privacy e nella serenità della sua camera da letto.

Ora, una pianta del soggiorno inversa è adatta a te? Potrebbe essere se il tuo lotto edificabile si trova sopra o vicino a splendidi paesaggi o guarda corridoi, creati dall’uomo o dalla natura, e desideri goderti quei panorami al massimo!

Leave a Comment

Your email address will not be published.