Principi contabili di base – Esplora la contabilità per competenza

Considerando i principi contabili di base possiamo determinarli come le regole principali come devono essere tenuti i libri contabili di qualsiasi attività e come devono essere preparati i bilanci. Queste regole sono necessarie per garantire che sia possibile confrontare i bilanci e le informazioni contabili di attività diverse e anche della stessa attività per i diversi periodi di tempo. Uno dei principali principi contabili di base è la competenza o la contabilità per competenza.

Contabilità per competenza – Essenza ed esempi

Secondo il principio della competenza, i ricavi sono rilevati in quell’esercizio in cui sono stati conseguiti e le spese sono rilevate in quell’esercizio in cui sono state sostenute nonostante il momento in cui sono state ricevute o pagate le disponibilità liquide relative a tali ricavi o spese. Tali definizioni potrebbero sembrare piuttosto complicate, quindi esploriamo alcuni esempi pratici per una migliore comprensione.

Entrate

Supponiamo di avere un’azienda che vende sedie ai suoi clienti e che i clienti siano autorizzati a pagare le sedie entro 30 giorni dalla vendita. Il 15 settembre l’azienda vende sedie per $ 670 e le sedie sono state consegnate al cliente lo stesso giorno, ovvero il cliente ha ottenuto il titolo di proprietà della merce il 15 settembre. L’azienda riceverà contanti per la merce venduta entro 30 giorni dalla vendita data, ovvero il cliente dovrà pagare le sedie fino al 15 ottobre.

Secondo la contabilità per competenza i ricavi per la vendita di sedie devono essere rilevati il ​​15 settembre, poiché in quel giorno si è verificata la vendita effettiva, la società ha trasferito la proprietà delle sedie al cliente e ciò consente alla società di pretendere il pagamento per il beni venduti. Secondo il principio della competenza, il fatto che il denaro sarà ricevuto successivamente alla vendita ha un impatto sul momento in cui viene rilevata la vendita. Naturalmente può capitare che il cliente non riesca a pagare la merce acquistata. Se ciò dovesse accadere, l’azienda dovrà comunque contabilizzare i ricavi delle vendite e inoltre dovrà riconoscere la perdita causata dal mancato pagamento della merce da parte del cliente.

Spese

Per la contabilità per competenza si applica lo stesso principio della contabilità per competenza. Supponiamo di avere un’azienda che affitta spazi per uffici ed è tenuta a pagare l’affitto e le spese di utenze relative allo spazio affittato. Il pagamento deve essere effettuato entro 10 giorni dalla fine del mese di affitto, ovvero per l’affitto e le utenze di settembre l’azienda pagherà fino al 10 ottobre. Se l’affitto e le spese per utenze mensili ammontano a $ 700, a settembre la società riconoscerà $ 700 spese amministrative in base alla contabilità per competenza nonostante il pagamento di queste spese verrà effettuato solo il mese successivo.

Perché è necessario?

Allora perché la contabilità per competenza è così importante? Questo principio consente di riflettere correttamente le entrate, i crediti, le spese e i debiti e il rendiconto finanziario indicherà gli importi effettivi che l’azienda può pretendere dai propri clienti per i beni venduti o i servizi forniti e anche il rendiconto finanziario indicherà gli importi effettivi a cui l’azienda è tenuta pagare i propri fornitori per beni o servizi acquisiti. Se prendiamo in considerazione le entrate o le spese solo quando viene ricevuto o pagato denaro, i rendiconti finanziari non rifletteranno tutti i crediti dei clienti e non vedremo mai quanti clienti sono stati cattivi e non hanno pagato i loro debiti. Anche il bilancio non rifletterà l’effettiva responsabilità dell’azienda nei confronti dei fornitori.

Leave a Comment

Your email address will not be published.