Protezione dagli agenti atmosferici per SIP (pannelli strutturali isolati)

I SIP sono realizzati da 3 componenti di base. Questi componenti sono pannelli a trefoli orientati (OSB) classificati per esposizione I per le facce esterne, un’anima in schiuma di polistirene espanso e un adesivo strutturale reticolato. L’anima in EPS e gli adesivi sono in grado di resistere all’esposizione a lungo termine all’umidità. Tuttavia, l’esposizione all’umidità per l’OSB è un elemento chiave per quanto riguarda la durata di un SIP.

L’OSB con classificazione di esposizione I è progettato per un’esposizione limitata all’umidità che può verificarsi durante la costruzione, ma i SIP devono essere coperti durante lo stoccaggio per proteggerli dall’esposizione a pioggia, neve e altri elementi. Dopo l’installazione, i SIP devono essere coperti il ​​prima possibile con un sistema di resistenza agli agenti atmosferici secondario. Ciò è necessario per proteggere l’OSB dall’esposizione all’umidità a lungo termine. L’installazione di SIP e del sistema secondario di resistenza agli agenti atmosferici non dovrebbe avvenire durante i periodi di forti piogge.

I dettagli di installazione devono garantire che i rivestimenti OSB e altri componenti in legno della costruzione SIP non siano soggetti all’umidità per tutta la vita della struttura. L’esposizione all’umidità potrebbe essere esterna per mezzo dell’acqua sfusa che si fa strada attraverso il sistema di raccordo o dall’interno della struttura sotto forma di vapore acqueo. Al fine di gestire queste potenziali fonti di umidità, è necessario ottenere dettagli adeguati.

Queste considerazioni chiave dettagliate aiutano a raggiungere i SIP di durata a lungo termine:

1. Applicazione di sigillante approvato dal produttore ai giunti dei pannelli. Il sigillante deve essere sempre installato in quantità sufficiente e applicato in modo continuo e ininterrotto.

2. Uso corretto del nastro SIP o dei ritardanti di vapore, se necessario. La scelta e il posizionamento dipendono dall’uso dell’edificio e dalle condizioni climatiche.

3. Uso corretto di sistemi di resistenza agli agenti atmosferici esterni riconosciuti dal codice che devono includere sia un sistema primario che un sistema secondario. Il rivestimento deve fornire un design dello schermo antipioggia che fornisca un viale per l’acqua che penetra nel sistema resistente agli agenti atmosferici primario per drenare dal muro. Il rivestimento deve essere installato su un sistema secondario classificato come resistente agli agenti atmosferici, come carta da costruzione o prodotti per la casa (ad es. Tyvek, involucro per la casa, ecc.).

4. Lampeggiamento e dettagli adeguati di tutte le aperture e penetrazioni delle finestre. Assicurarsi che i dettagli delle aperture siano coerenti con la formazione di un piano di drenaggio che funzioni in combinazione con il sistema di resistenza agli agenti atmosferici esterno.

Leave a Comment

Your email address will not be published.