Quando sei sull’approccio finale all’atterraggio, impara come elaborare una componente di vento trasversale in pochi secondi

Quando si arriva a terra può essere difficile calcolare rapidamente la componente del vento trasversale. Ci sono 2 metodi rapidi che conosco per essere in grado di farlo e quando li capisci scegli quello che fa per te.

Il primo è noto come codice dell’orologio e con esso si presume che qualsiasi vento che si trova a più di 60 gradi dalla direzione della pista sia un vento trasversale a piena forza. Quindi, se si atterra sulla pista 27 che è a 270 gradi da nord, se la direzione del vento è inferiore a 210 o superiore a 330 gradi, qualunque sia la forza, viene considerato vento trasversale completo. Quindi se il vento è diciamo 200 a 15 nodi, allora è un vento trasversale di 15 nodi.

Ora, per calcolare quanto vento trasversale c’è tra questi 60 gradi su entrambi i lati della direzione della pista, immagini che il numero di gradi fuori dalla direzione sia il numero di minuti attorno al quadrante di un orologio. Quindi immagina quanto è lontano il quadrante dell’orologio e quella proporzione attorno al quadrante dell’orologio è la proporzione della forza del vento.

Quindi, se il vento è a 20 gradi dalla direzione, diciamo ad esempio 290 a 30 nodi, allora 20 minuti sono un terzo del giro del quadrante dell’orologio, quindi la componente del vento trasversale è un terzo di 30 nodi che è 10 nodi.

Se la pista è 03 che è 030 gradi e il vento è 070 a 20 nodi, questo è a 40 gradi dalla direzione della pista e 40 minuti intorno al quadrante dell’orologio sono quasi tre quarti del quadrante dell’orologio in modo che la croce il vento è di tre quarti di 20 o 15 nodi.

Poiché il vento varia costantemente in forza e direzione, non è necessario essere molto precisi con i calcoli. Se il vento è di circa 30 gradi in meno, è metà della forza, quindi circa metà della forza del vento è la componente del vento trasversale. 45 gradi fuori sono 3/4 della forza del vento e 60 gradi o più piena forza.

Un altro modo semplice per calcolare la componente del vento trasversale e del vento contrario è utilizzare questa semplice formula matematica.

Per il calcolo del vento trasversale. Se il vento è a 30 gradi fuori dal naso è.5 la forza del vento, 45 gradi fuori.7 la forza del vento, 60 gradi fuori è.9 la forza del vento, e se a 90 gradi allora ovviamente è piena forza. Questo vale anche per i voli di cross country e per calcolare la componente di vento trasversale quando si arriva a terra.

Se ad esempio quando si entra per atterrare il vento è a 60 gradi dalla direzione della pista, è 9 volte la forza del vento, quindi usando una semplice aritmetica su un vento di 20 nodi basta moltiplicare 9 per 2 che è 18 nodi. Per un vento di 30 nodi e 45 gradi fuori pista il calcolo è 3 X 7 che è 21 componenti di vento trasversale. Se come me hai imparato le tabelline da bambino, è facile.

Se inverti la formula, puoi usarla per calcolare anche la componente del vento contrario o del vento in coda. Quindi, se il vento è direttamente verso di te, è a piena forza, se a 30 gradi è .9 di piena forza, 45 gradi di 0.7 di piena forza e a 60 gradi sarà metà della forza.

Se è a 90 gradi, non vi è alcuna componente di vento contrario o in coda. Tuttavia, tieni presente che qualsiasi forte vento influenzerà l’aereo andando alla deriva e trasformandosi in vento significherà in effetti che devi percorrere una pista più lunga di una linea retta, quindi ti rallenterà sempre. Più forte è il vento, più tempo impiegherà il tuo viaggio.

Se il vento proviene da dietro di te, le stesse proporzioni possono essere applicate per calcolare la componente del vento in coda, quindi se è a 30 gradi dalla tua coda, è 9 della forza del vento e così via.

Per calcolare una deviazione, puoi applicare questa percentuale alla tua velocità relativa per ottenere la velocità al suolo, quindi per calcolare la deriva interpolare anche la seguente formula. La formula è che a 120 nodi di velocità, metà della componente del vento trasversale è deriva. Ma la maggior parte degli aerei leggeri vola un po’ più lentamente di così, e quindi la deriva è maggiore. Quindi, se stai volando a 90 nodi, la tua deriva sarebbe il 25% in più della metà della deriva poiché 90 nodi sono il 75% di 120 nodi, quindi aggiungi la differenza alla deriva.

Questo metodo può essere utilizzato per calcolare rapidamente la direzione e la velocità al suolo se è necessaria una deviazione o se si desidera controllare i calcoli dopo aver utilizzato un computer per pianificare il viaggio.

Leave a Comment

Your email address will not be published.