Quattro elementi per costruire una squadra efficace

Il termine “team” è usato in modo così approssimativo che spesso è privo di significato, quindi iniziamo con una definizione di base: un “team” è due o più persone che condividono la responsabilità di un obiettivo comune e i cui sforzi verso tale obiettivo beneficiano di coordinamento e comunicazione. Vale la pena investire il tempo e l’energia nella costruzione di una squadra solo quando c’è un ritorno reale e specifico su quell’investimento: una consegna più efficace degli obiettivi, altrimenti quello che hai è un “gruppo di lavoro”.

A partire da quella definizione di base, ecco quattro elementi fondamentali necessari per costruire un team efficace:

1. Il team è potenziato dalla leadership e gli vengono forniti obiettivi, aspettative e parametri chiari.

2. La leadership fornisce le risorse necessarie: competenze e disponibilità dei membri del team, budget, accesso a informazioni critiche e parti interessate, ecc.

3. Libero flusso di informazioni: disaccordo e conflitto sono accolti e risolti in modo costruttivo.

4. Il team raggiunge (o supera) i suoi obiettivi E contribuisce alla conoscenza organizzativa e al pool di talenti, generando al contempo soddisfazione sul lavoro.

Il primo ruolo vitale della leadership del team è garantire che il team comprenda i parametri che gli vengono dati e che, all’interno di tali parametri, abbia il potere di prendere decisioni e agire. Una squadra non deve avere la piena autorità per fare tutto ciò che vuole, ma ha bisogno di spazio per muoversi e deve sapere quanto spazio ha.

Un errore comune nella costruzione di squadre è “lanciare l’organico al problema”. Avere “abbastanza” persone per lavorare sugli obiettivi non ha senso se non hanno le competenze necessarie per ciò che viene loro chiesto. Questo è un secondo ruolo fondamentale della leadership: garantire che un team disponga delle competenze e delle risorse giuste per adempiere alla propria missione, comprese le competenze, il tempo disponibile, il budget e l’accesso alle parti interessate e alle informazioni.

Un altro prerequisito per un team efficace è il flusso di informazioni libero e illimitato tra i membri del team, dalla leadership al team. Sorprendentemente, il segnale che le informazioni stanno effettivamente fluendo abbastanza liberamente per supportare un team efficace è qualcosa che molti team evitano: il conflitto. Se le informazioni fluiscono veramente liberamente, l’atmosfera sarà piena di disaccordi, punti di vista diversi e, sì, conflitti. È improbabile che i team che pongono troppa enfasi sull’armonia, sull’andare d’accordo o sull’unità di pensiero pensino in modo sufficientemente ampio da essere molto creativi o efficaci.

Un quinto e ultimo elemento di squadre efficaci è l’output. Ovviamente, una squadra deve raggiungere o superare i suoi obiettivi dichiarati. Ma oltre a ciò, un team efficace fa questo in un modo che rafforza l’organizzazione a lungo termine aggiungendo conoscenze istituzionali, sviluppando le persone e approfondendo il pool di talenti, generando soddisfazione sul lavoro e fedeltà all’azienda, ecc. Team che stanno raggiungendo i loro obiettivi ma sono bruciare persone, generare un fatturato elevato, ecc. costano all’azienda più a lungo termine di quanto contribuiscano. Costruire e mantenere un team efficace richiede il monitoraggio e la fornitura di questi tipi di output di “persone”, nonché il raggiungimento degli obiettivi.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *