Ragionamento di principio e decisioni etiche

Man mano che il mondo diventa più complicato, la necessità di scelte aziendali etiche si sposta in primo piano. Le decisioni delle aziende possono influenzare il mondo in modo positivo o negativo su scala sempre più ampia. I cinque passaggi del ragionamento di principio danno un certo ordine e senso a un argomento che può essere troppo aperto all’interpretazione. Avere un processo chiaro per le decisioni etiche rimuove i pregiudizi e fornisce un percorso semplificato per un business migliore.

In qualità di imprenditore, il modo più semplice per definire questo processo è abbreviarlo in cinque passaggi e tre semplici domande. I cinque passaggi sono:

1. Chiarire

2. Valuta

3. Decidi

4. Implementare

5. Monitora e modifica

Le tre domande di tornasole per la valutazione sono:

Tratti gli altri come vorresti essere trattato?

Ti sentiresti a tuo agio se il tuo ragionamento e la tua decisione dovessero essere pubblicizzati?

Ti sentiresti a tuo agio se i tuoi figli ti osservassero?

(Istituto di Etica Josephson, 1999)

Può essere complicato bilanciare le pressioni della crescita e del profitto dell’azienda con il processo decisionale che va a vantaggio di tutti e non solo di pochi. In Ethics Scorecard Rule Book, un progetto di ProEthics, del Josephson Institute of Ethics ci sono cinque fasi principali delineate nel processo decisionale etico. Ciò che complica ancora di più la situazione è cercare di garantire che tutti all’interno della tua azienda operino tenendo conto dei tuoi ideali etici. Utilizzando le linee guida del Josephson Institutes, si può iniziare a sviluppare uno standard per il processo decisionale etico e, a sua volta, creare un modello che gli altri devono seguire.

“Il fondamento del processo decisionale etico implica scelta ed equilibrio; è una guida per scartare le scelte sbagliate a favore di quelle buone” (Chmielewski, 2004).

Il primo passo è chiarire quale decisione stai prendendo? Quali sono tutte le opzioni per risolvere il problema? Elimina prima una qualsiasi delle opzioni illegali o irrealizzabili. Quindi, decidi tre opzioni eticamente chiare. Esaminali e decidi quali sono i principi etici coinvolti in ciascuna delle tue opzioni.

Successivamente valuterai e vedrai se qualcuna delle opzioni richiede il sacrificio di qualsiasi principio morale. Esamina ciascuna opzione e decidi quali sono i vantaggi, gli oneri e i rischi per l’azienda e i consumatori. Decidi se le tue valutazioni si basano su fatti o convinzioni, conclusioni non supportate o opinioni. Determina se tutte le fonti di informazione sono credibili.

Dopo aver valutato a fondo tutte le tue opzioni, è tempo di decidere quali sono le scelte migliori per il futuro. Pensa alle opzioni rimanenti in base alla tua coscienza. Dai priorità ai tuoi valori in modo da poter decidere quali di queste scelte proporre e quali abbandonare. Scopri chi trarrà maggior beneficio e chi sarebbe meno danneggiato dalla tua scelta. Pensa allo scenario peggiore e a come evitarlo.

Dopo aver esaminato a fondo tutti gli aspetti delle tue opzioni, preso una decisione e impostato una direzione, attuerai la tua scelta. L’implementazione viene eseguita al meglio sviluppando un piano su come portare la tua decisione all’attuazione e portandola fino alla fine.

Le fasi finali del processo decisionale etico sono il monitoraggio e la modifica. Questo può essere fatto monitorando gli effetti della decisione che hai preso. Una parte importante della modifica è la volontà di cambiare il tuo piano o provare un’altra idea del tutto. Seguire il tuo piano ti consentirà di adattarti di conseguenza a qualsiasi informazione aggiuntiva. Proiettare potenziali problemi non è infallibile e reagire ai problemi in tempo reale è l’unico modo per garantire che le tue migliori intenzioni abbiano successo.

Le tre domande sono una rapida cartina di tornasole di come ti senti riguardo alle scelte che stai potenzialmente facendo. Eseguendo questi test e valutando i tuoi sentimenti per le risposte, puoi determinare rapidamente se le decisioni che stai prendendo sembrano una cattiva scelta morale. Può portare a una bandiera rossa e permetterti di rallentare e studiare ulteriormente le tue potenziali scelte.

È quasi impossibile dire dalle applicazioni o dall’esperienza lavorativa se un potenziale dipendente condividerà la stessa etica aziendale del datore di lavoro. Pertanto, spetta al datore di lavoro educare i propri dipendenti specificando le proprie aspettative e procedure per affrontare il processo decisionale etico. Aiutarli a comprendere e utilizzare questo metodo manterrà la tua azienda sulla stessa pagina per quanto riguarda gli standard etici (Mayhew, 2017).

Chmielewski, C. (2004). Valori e cultura nel processo decisionale etico. Estratto il 16 novembre 2017 da https://www.nacada.ksu.edu/Resources/Clearinghouse/View-Articles/Values-and-culture-in-ethical-decision-making.aspx

Ethics Scorecard Rule Book, un progetto di ProEthics, Ltd. Josephson Institute of Ethics. “Cinque passaggi di ragionamento di principio”. 1999.

Mayhew, R. (2017). Quali sfide deve affrontare un’azienda in relazione all’etica? Estratto il 16 novembre 2017 da http://smallbusiness.chron.com/challenges-business-face-involving-ethics-20160.html

Leave a Comment

Your email address will not be published.