Scelte strategiche e piani a lungo termine

Chiedi a dieci uomini d’affari quale sia la strategia e la maggior parte darà la stessa risposta: La strategia è un piano a lungo termine. I miei studenti universitari danno una risposta simile il primo giorno del mio corso di gestione strategica. Inoltre, molte persone usano la parola per gonfiare l’importanza delle loro attività. Un dirigente aziendale si è vantato: “Sono entusiasta perché dopo un anno abbiamo finito di lavorare al nostro piano strategico quinquennale”. Anche se difficile, ce l’abbiamo fatta. Il suo piano strategico era un traguardo. Lo presentò al suo consiglio di amministrazione e poi passò a un altro grande progetto. Questo non è capire la strategia e la gestione strategica.

La strategia riguarda le scelte

Ho imparato la strategia da adolescente al college quando ho imparato a giocare a scacchi. Presto ho scoperto che gli scacchi sono un gioco di strategia. Ogni persona inizia con l’obiettivo di catturare il re dell’altra persona. Ognuno deve capire il valore e ruolo di singoli pezzi degli scacchi, in particolare come ognuno si muove. Il pedone avanza di uno spazio, il cavaliere a forma di L rovesciata, il vescovo in diagonale a tutti gli spazi aperti consecutivamente disponibili, mentre il Regina va in ogni direzione verso qualsiasi spazio disponibile in sequenza.

Non puoi giocare a scacchi a casaccio; rimani concentrato sul tuo obiettivo. Prima di ogni mossa, rifletti su come l’altro giocatore potrebbe rispondere e considera un probabile contrattacco. Quando l’avversario si muove inaspettatamente, rivisita il tuo approccio generale.

Qual è la strategia negli scacchi? È tuo scelte per raggiungere il tuo obiettivo per battere la concorrenza. Questa è una strategia in poche parole: scelte per raggiungere i tuoi obiettivi. E la strategia non è statica, ma dinamica. Una volta che hai deciso il tuo approccio generale (strategia) per catturare il re del tuo avversario, se gioca una mossa imprevista, rivedi la tua strategia e adattala secondo necessità. Non scegliere mai un piano di gioco a scacco matto il re e seguilo ciecamente, cambia se necessario. Impara gli schemi dell’avversario (passato) e usalo (presente) per sviluppare il tuo approccio generale (futuro). Allo stesso modo, non fare mai un “piano strategico” e archiviarlo. Aggiornalo per mostrare le scelte attualmente disponibili per soddisfare la missione dell’azienda.

Strategia e scelte negative

Ho imparato tre preziose lezioni sulla strategia durante i miei 32 anni di carriera nel mondo degli affari. In primo luogo, la strategia ti consente di impegnare le risorse in modo ottimale. In secondo luogo, ogni volta che impegnate risorse in un’area, negherete ad altre aree quelle risorse. Questo è fondamentale da tenere a mente. Sebbene sia ovvio, a volte non dedichiamo abbastanza tempo a guardarlo scelta negativa.

La terza lezione degna di nota è alcuni scelte non andrà come previsto e sarà impossibile invertire a breve e medio termine. Quando ciò accade, se hai commesso un errore, ammettilo, guarda disponibile scelte presto e capire che questo fa parte del viaggio strategico. Non otterrai tutte le decisioni giuste. La strategia non è statica, ma dinamica.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *