Sistemi di gestione dei contenuti – La storia e il futuro

I sistemi di gestione dei contenuti (CMS) sono qualsiasi metodo per organizzare le informazioni elettroniche. Con l’avvento di Internet, la frase è stata adottata come catch-all per descrivere un’ampia gamma di sistemi che consentivano agli utenti di creare, modificare, gestire e pubblicare i contenuti del sito web.

Sebbene all’inizio degli anni ’90 le persone fossero in grado di aggiornare alcuni tipi di contenuti online con prodotti sia di Microsoft che di Lotus, il primo esempio di strumento di gestione dei contenuti puro è venuto da Vignette con StoryServer intorno al 1996. Negli anni successivi sono stati rilasciati molti pacchetti CMS da artisti del calibro di Documentum, Interwoven e Broadvision.

Tra il 2000 e il 2005, il settore ha attraversato una massiccia ondata di fusioni e acquisizioni lasciando un certo numero di utenti senza supporto dopo l’abbandono dei pacchetti e le difficoltà durante la fusione dei pacchetti.

Nel 2007 esistevano 3 tipi di Content Management System:

1) Modifica del software

Questi sistemi si occupano dell’editing su una macchina o rete locale e quindi si basano sulla pubblicazione per caricare il nuovo contenuto sul sito web. In genere questi sistemi offline richiedono l’installazione di software prima di poter eseguire la modifica.

2) Modifica in linea

Questi sistemi in genere non richiedono l’installazione di software, offrendo flessibilità di modifica su qualsiasi macchina purché un utente abbia accesso tramite password. I sistemi di gestione dei contenuti online possono essere molto semplici, come i Wiki, fino a sofisticate funzioni di editor CMS come Vx.

3) Sistemi ibridi

I sistemi ibridi consentono agli utenti di modificare il contenuto online tramite un sistema di editing online, ma consentono di “estrarre” il contenuto per lavorare lontano dal sistema prima che il contenuto venga reinserito nell’editor online.

Il 2008 e il futuro…

I sistemi di gestione dei contenuti sono diventati estremamente sofisticati consentendo agli utenti di gestire e manipolare testo, immagini, documenti, audio, video e animazioni.

Nuovi sviluppi hanno portato i concetti alla base dei sistemi di gestione dei contenuti (personale non tecnico o di progettazione che gestisce i propri siti Web) in altri campi del marketing mix. Numerosi sistemi hanno integrato la funzionalità di email marketing nel proprio CMS, consentendo il tracciamento tra le funzioni di posta elettronica e del sito web.

I sistemi all’avanguardia hanno iniziato a portare l’offline nella piattaforma di gestione dei contenuti. I materiali di stampa, i PDF e altre comunicazioni offline vengono ora gestiti tramite i sistemi CMS in modo simile ai siti Web e alle e-mail.

Leave a Comment

Your email address will not be published.