Stai gestendo la tua reputazione professionale? In caso contrario, prestare attenzione

Per molte carriere, le persone vogliono essere percepite e ritratte come persone professionali, affidabili, etiche, degne di fiducia, di mentalità aperta, adattabili, flessibili e desiderose di apprendere, insieme a molte altre qualità e caratteristiche simili. Questo è un aspetto significativo dello sviluppo di una reputazione professionale, che funge da rappresentazione di una persona mentre è al lavoro, sul posto di lavoro e sviluppa la sua carriera attraverso nuovi lavori e opportunità.

Da una prospettiva personale, molte persone non sono apparentemente così preoccupate per la reputazione che hanno come persona. Come società stiamo catalogando le nostre vite personali, condividendo i dettagli attraverso post, profili e foto. I momenti privati ​​vengono condivisi, insieme a convinzioni personali, dichiarazioni di opinione e talvolta dettagli intimi attraverso i siti Web di social media. Per alcune persone, forniscono una panoramica cronologica della maggior parte dei loro momenti di veglia. Una domanda da porre a coloro che sono così pesantemente coinvolti nell’uso dei social media per documentare la propria vita personale è questa: andresti da uno sconosciuto e consegneresti queste informazioni?

La stessa domanda deve essere posta sulla fornitura dello stesso tipo di informazioni personali a un datore di lavoro e, cosa più importante, a un potenziale datore di lavoro. Se un datore di lavoro, un responsabile delle assunzioni o un reclutatore conducesse subito una ricerca su Internet e trovasse le foto, i post e i profili di una persona sui siti Web dei social media, ciò influenzerebbe la sua reputazione professionale?

Per chiunque stia tentando di costruire o sviluppare una carriera, in particolare coloro che cercano un nuovo lavoro, devono assolutamente preoccuparsi della propria reputazione professionale e dell’influenza della propria reputazione personale, che è significativamente influenzata da fonti online e facilmente accessibili.

Una reputazione personale

Prima di iniziare a sviluppare un piano per gestire la tua reputazione professionale, considera innanzitutto la tua reputazione personale. Inizia chiedendoti come vorresti essere ritratto dagli altri, incluso il tuo attuale datore di lavoro, se dovessero condurre una ricerca su Internet ora. Potrebbe non essere una preoccupazione per i tuoi amici e familiari; tuttavia, pubblichi informazioni o foto che potrebbero avere un impatto negativo sulla tua carriera se visualizzate da datori di lavoro o reclutatori? Ci sono stati diversi incidenti nelle notizie negli ultimi anni relativi a persone che sono state licenziate dal lavoro a causa di messaggi personali e opinioni dichiarate su siti di social media come Facebook.

Inoltre, considera le specifiche della tua professione e ciò che ci si aspetta che qualcuno nella tua linea di lavoro dimostri come persona. Ad esempio, come educatore devo avere forti valori etici e tutto ciò che viene pubblicato pubblicamente sui social media dovrebbe riflettere quel punto di vista per me come persona. In altre parole, ciò che pubblico non dovrebbe essere in diretto conflitto con il modo in cui sono visto professionalmente. Se dovessi pubblicare qualcosa che crea un conflitto tra chi sono come educatore e chi sono come persona, potrebbe avere un impatto negativo a lungo termine sulla mia carriera. L’impatto può essere difficile da valutare con precisione, dato che una reputazione è di natura più soggettiva e basata su percezioni, il che significa che in caso di dubbi una persona dovrebbe sempre “peccare per eccesso di cautela”.

Questo non vuol dire che tu non abbia il diritto di esprimere le tue opinioni o condividere post e foto che sono di natura personale. Ciò significa che dovresti considerare il potenziale conflitto che potrebbe causarti professionalmente, soprattutto se ti trovi in ​​una posizione o in un campo professionale che richiede di dimostrare forti valori e caratteristiche etiche e/o morali. Se sei preoccupato per ciò che hai pubblicato da un punto di vista personale, prova a condurre una ricerca su Internet ed esamina i risultati. Le persone sono spesso sorprese dal risultato e forse anche allarmate. Se la tua professione potrebbe essere influenzata in qualsiasi modo, valuta la possibilità di modificare le tue impostazioni sulla privacy. Facebook e Instagram probabilmente contengono le informazioni più personali di tutti i siti Web di social media, sebbene sia possibile essere altamente supponenti su altri siti Web come Twitter e LinkedIn.

Una reputazione professionale

La reputazione che una persona sviluppa nella propria carriera è più facile da controllare in quanto coinvolge le azioni e i comportamenti che vengono mostrati durante il lavoro, insieme alle interazioni avute con colleghi e clienti. Quando una persona inizia per la prima volta un nuovo lavoro, di solito fa del suo meglio e dimostra il meglio di chi è e dei talenti che possiede. Nel tempo, e come le abitudini di lavoro lo stabiliscono, una persona generalmente ricadrà sui suoi normali schemi di comportamento. La reputazione professionale è quindi influenzata da azioni, abitudini di lavoro, forme di comunicazione, prodotto del lavoro e altri fattori soggettivi che includono le associazioni fatte con altri dipendenti sul posto di lavoro. Sebbene una reputazione sia spesso di natura percettiva e spesso legata al modo in cui una persona è considerata credibile, può essere controllata considerando la natura del lavoro e le aspettative professionali o il codice di condotta. Si tratta anche di allineare i valori personali ai valori dell’organizzazione e di essere etici in tutte le forme di comunicazione, transazione e attività.

Hai sempre il controllo della tua reputazione personale e professionale. Puoi decidere che il modo in cui ti presenti personalmente e professionalmente è importante in ogni momento, oppure sei libero di agire come preferisci poiché hai diritto alle tue forme di espressione personali. Tuttavia, se stai sviluppando la tua carriera e vuoi assicurarti che i datori di lavoro e potenziali datori di lavoro ti vedano nella migliore luce possibile, allora dovresti sviluppare un piano proattivo per gestire la tua reputazione professionale. Puoi raggiungere questo obiettivo considerando l’impatto di ciò che pubblichi e di ciò che condividi online, insieme a come ti comporti e agisci mentre sei al lavoro. La tua reputazione riflette chi sei e cosa rappresenti, e questo può avere un impatto significativo sulla tua carriera e su quante nuove opportunità ti si presentano. Se la tua carriera è importante per te, presta attenzione a come potresti essere percepito come dipendente e come potenziale nuovo dipendente.

Leave a Comment

Your email address will not be published.