Studio in casa con un budget limitato

Se stai leggendo questo, stai pianificando di costruire un home studio o hai già iniziato a costruirne uno. Speriamo che questa guida ti dia un’idea su alcune delle cose da fare e da non fare quando si tratta di acquistare, costruire e utilizzare il tuo studio e l’hardware/software al suo interno.

È importante capire cosa vuoi ottenere prima di iniziare. Sapere che tipo di musica vuoi registrare prima di iniziare ti dà una migliore comprensione del tipo di spazio di cui avrai bisogno e anche dell’hardware e del software che potresti dover acquistare.

Se vuoi registrare la batteria, ad esempio, avrai bisogno di una stanza o di una dependance abbastanza grande. Questo sarà idealmente insonorizzato (a meno che tu non abbia dei vicini, nel qual caso non importa così tanto) che potrebbe costare un bel po’ di soldi.

Se stai solo registrando chitarra e voce o vuoi semplicemente scrivere un po’ di musica elettronica, non sarà richiesta alcuna insonorizzazione, anche se puoi acquistare prodotti per migliorare l’acustica della stanza che hai scelto se ritieni che l’acustica non sia abbastanza buona. Un paio di bass trap in un angolo della tua stanza possono ridurre significativamente il riverbero naturale della stanza e rendere più facile la registrazione. Le bass trap renderanno anche il missaggio e il mastering un’esperienza più piacevole perché sarai in grado di ascoltare i tuoi altoparlanti con maggiore chiarezza.

Dopo aver scelto quale stanza utilizzare per il tuo studio di casa e aver stabilito che tipo di musica scriverai e registrerai, è tempo di pensare al tipo di software e hardware che dovrai acquistare.

Se stai usando un microfono/tastiera o una chitarra, dovrai acquistare un’interfaccia di registrazione. Questo è il pezzo di hardware che colma il divario tra te e il tuo strumento e il software sul computer. Puoi acquistare molte interfacce di registrazione diverse, ognuna con diversi punti di forza e di debolezza, quindi è bene capire esattamente cosa vuoi prima di effettuare questo acquisto. Ad esempio, se stai solo registrando voce e chitarra, non avrai bisogno di un’interfaccia di registrazione con 4-8 ingressi perché il massimo che utilizzerai mai sarà 2. Un altro parametro importante da considerare quando scegli un’interfaccia di registrazione è esattamente che tipo di latenza ha. Alcune interfacce di registrazione hanno firewire che offre una latenza praticamente zero. Di solito più soldi spendi, migliore è la latenza che otterrai.

Una volta acquistata l’interfaccia di registrazione, è tempo di pensare a quale software utilizzerai. Ci sono molti prodotti sul mercato con un’ampia varietà di prezzi. La maggior parte dei musicisti utilizza Cubase, Pro Tools, Logic, Fruity loop o Ableton Live. Tutti offrono cose diverse e alcuni sono migliori per determinati stili musicali rispetto ad altri. I loop fruttati e l’ableton sono più adatti alla produzione di musica elettronica e Cubase e Protools sono più adatti alla registrazione di musica dal vivo.

Leave a Comment

Your email address will not be published.