Suggerimenti per avviare il tuo blog aziendale esterno

Avviare un blog per la tua attività offre molti vantaggi per tutti i tipi di aziende. Un blog per la tua azienda può aiutare a stabilire una migliore reputazione per il tuo marchio e promuovere la consapevolezza della tua attività. Un blog esterno, tuttavia, può ottenere questo e altro ancora. Questi tipi di blog aiutano ad aumentare la quantità di visitatori del tuo sito Web attraverso un prezioso marketing di contenuti e una migliore ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO).

Prima di rimanere troppo affascinati dai vantaggi dei blog esterni, osserviamo i fondamenti di ciò che in realtà costituisce un “blog aziendale esterno”.

Blog aziendali esterni: definiti

Un blog esterno è un sito Web di pubblicazione di contenuti che è un dominio separato dal sito Web effettivo di un’azienda. Laddove un blog interno fa parte del dominio di un sito Web (“http://www.yourbusiness.com/yourblog”), i blog esterni sono un’entità a sé stante (“http://www.yourblog.com”).

I blog per le aziende spesso prendono di mira una nicchia o un argomento specifico che si riferisce in qualche modo all’azienda. Inoltre, alcuni blog aziendali esterni sono persino progettati per includere elementi del marchio simili dell’azienda. Esistono molti modi per avviare un blog esterno per la tua attività, ma ciò che è veramente importante per quasi tutti i tipi di blog è avere un focus molto distinto che catturi gli interessi di un pubblico molto mirato.

Metti a fuoco il tema del tuo blog

La maggior parte dei blog ad ampio raggio che trattano molti argomenti diversi non riescono a mantenere un pubblico coerente e un seguito fedele. Questo significa l’importanza di davvero ritagliarsi una nicchia per il tuo blog e restringi davvero il tema generale del contenuto del blog.

Ad esempio, se lo studio legale sta sviluppando un blog per la sua pratica legale, l’argomento dovrebbe essere incentrato su un’area specifica del diritto. In un contesto legale, questo concetto potrebbe essere portato agli estremi, poiché uno studio legale aziendale potrebbe creare un blog dedicato esclusivamente al contenzioso fallimentare o al diritto dei creditori.

La chiave è capire la natura del pubblico di destinazione e il tipo di contenuto che trovano valore nella lettura. Prima di lanciare qualsiasi tipo di blog, prenditi del tempo per assorbire chi e cosa metterà in risalto il contenuto. Il pubblico di destinazione appare abbastanza grande? È possibile produrre contenuti di valore che genereranno interesse? L’idea alla base del blog offre un valore sostenibile?

Un consiglio generale da ricordare prima di iniziare è crea sempre un blog con uno scopo e pubblica solo contenuti che offrono valore.

Sviluppa obiettivi per il tuo blog

Tutti i blog, sia interni che esterni, dovrebbero avere un obiettivo. Uno degli obiettivi più comuni per i blog aziendali è attirare lettori pertinenti (con contenuti interessanti) e incanalare quei lettori sul sito Web dell’azienda. Questa pratica è nota come marketing dei contenuti e aiuta a stabilire credibilità e fiducia in un’azienda in modo che i lettori reagiscano in modo più positivo quando considerano l’azienda una soluzione alle loro esigenze.

Un altro obiettivo comune per i blog aziendali esterni è incentrato sulle pratiche di ottimizzazione dei motori di ricerca. Il successo di una campagna SEO dipende spesso dalla popolarità e dalla credibilità di un sito web. È qui che un blog aziendale esterno può aiutare.

In SEO, i link che puntano a un sito web sono come voti di popolarità. Un sito web ben ottimizzato con link di qualità che indirizzano alle sue pagine web sarà spesso riconosciuto come popolare dai motori di ricerca e quindi meritevole di un ranking più alto. La creazione di link da un blog esterno è una delle tecniche più semplici ed efficaci per generare “link popularity” per la SEO e ottenere un posizionamento maggiore nei risultati dei motori di ricerca.

Un blog per un’azienda può anche fungere da solido strumento per il branding e aumentare la consapevolezza nel mercato. Questa idea coincide con il content marketing; tuttavia la differenza è avere meno call to action e più interazione. A differenza dei blog incentrati sul marketing che cercano di informare e indirizzare i lettori ad agire, i blog per il branding possono essere divertenti ritiri per gli utenti di Internet mentre offrono contenuti creativi e illuminanti.

Blog acceso, amico

Durante lo sviluppo di un blog per la tua attività, non aver paura di sfruttare un po’ di creatività e divertimento. Se sei veramente appassionato della tua professione, amerai gestire il tuo blog e condividere idee e informazioni con i tuoi lettori. Ricorda solo di costruire il tuo blog con uno scopo (e con obiettivi) e mantenere i tuoi contenuti freschi, preziosi e focalizzati sulla tua nicchia.

Leave a Comment

Your email address will not be published.