Suggerimenti per il curriculum per i coniugi militari

I miei amici sono venuti per il fine settimana e hanno portato due piccoli regali per i miei bambini. Un regalo era un piccolo peluche e un libro, l’altro un piccolo puzzle; ma ciò che spicca è stata la presentazione! Il cellophan trasparente avvolge il libro e i nastri di pelle grezza ben legati legati in un fiocco che era così bello che non volevo nemmeno aprirlo, o almeno volevo salvarlo in qualche modo per scopi di re-regalo. La presentazione fa la differenza! Quindi lo tengo a mente quando guardo i curriculum dei clienti. Mi piace un curriculum stampato su una stampante di buona qualità senza sbavature, carta spessa ecru, e se lo stai consegnando via e-mail senza corsivo e mi piace un po’ di spazio bianco. Se stai consegnando il curriculum di persona a un’azienda o lo trasmetti a un evento di networking, assicurati di avere una manicure fresca e un buon taglio di capelli per l’avvio. I clienti spesso vogliono conoscere un modo esperto di combinare la loro caotica storia lavorativa e come confezionare i regali che hanno ottenuto durante il loro stile di vita militare. Dovrebbero optare per “datori di lavoro amichevoli del coniuge” o nascondere il fatto di essere un coniuge in fuga; ricordano i responsabili delle assunzioni che fanno commenti sul motivo per cui dovrebbero o non dovrebbero assumere un candidato. Considera questi suggerimenti mentre insegui il lavoro dei tuoi sogni e ricorda che la legge di attrazione si applica anche ai curriculum, quindi indipendentemente dai miei consigli, se ami il tuo curriculum anche altri potrebbero amarlo!

1. Sembra importante.

Le prime impressioni contano, quindi rendi il tuo curriculum carino! Prendi in considerazione la possibilità di limitare qualsiasi carattere in grassetto o corsivo poiché spesso appare disordinato se il curriculum viene scansionato; meglio ancora, prova a creare anche una versione PDF pulita del tuo curriculum in modo che possa essere inviato a lavori elettronicamente e non perdere il suo aspetto professionale. I responsabili delle assunzioni sono disattivati ​​da nomi difficili da pronunciare, quindi se hai un nome difficile metti un soprannome tra parentesi accanto ad esso per la ricerca di lavoro: possono imparare a pronunciare Vandana dopo che sei stato assunto. Se hai un indirizzo email altrettanto squisito, considera di cambiare anche quello. Mentre gli amici potrebbero divertirsi inviando e-mail a [email protected] prendere in considerazione la possibilità di rinnovare l’e-mail elencata nel tuo curriculum con le tue iniziali o il tuo nome e cognome e il provider Internet; apparirà molto più professionale. Non sai mai se un responsabile delle assunzioni sta spiando MySpace o giudicando il tuo indirizzo personale. Inoltre, assicurati che i messaggi vocali di casa e del cellulare siano brevi, professionali e chiari durante la ricerca di lavoro.

2. Non giocare duro per ottenere:

Non vuoi che un potenziale datore di lavoro chiami a casa tua e sia spaventato dalla tua registrazione sarcastica. In conclusione, assicurati di includere un nome, un’e-mail e un numero di cellulare corretti a cui puoi accedere in qualsiasi momento. Prova a inviare curriculum anche quando avrai tempo per intervistare. Se lavori a tempo pieno, prendi lezioni serali e stai per avere un bambino potresti non essere libero per potenziali colloqui, e se un’azienda ti chiama per entrare e posticipi la data, un altro candidato potrebbe essere assunto sul posto solo perché si presentano per primi. Forse posticipare l’invio del curriculum fino alle vacanze estive o tre mesi dopo il parto aumenterà le tue possibilità di essere scelto.

3. Recuperare il tempo perso:

I coniugi spesso lottano con le proverbiali lacune nel loro curriculum. Smettila di preoccuparti così tanto e pensa solo a ciò che hai fatto durante quel periodo che varrebbe comunque la pena elencare. Quando hai un gap di carriera, va bene includere quei lavori extra part-time che hai preso solo per guadagnare un po’ di soldi, e ricorda di esprimerli nel modo più professionale possibile e includere abilità trasferibili come relazioni con i clienti o multitasking in modo che il tuo futuro datore di lavoro veda qualche beneficio per il lavoro. Puoi anche colmare una lacuna con qualsiasi lavoro di volontariato o istruzione che potrebbe essere stato completato, soprattutto se è rilevante per il lavoro che stai cercando. Se hai una lunga lacuna nel tuo curriculum, prova a colmare la lacuna con alcuni punti elenco piuttosto che una lunga spiegazione in una lettera di presentazione che dovrebbe concentrarsi esclusivamente sui tuoi punti di forza. Se il divario è così grande che non riesci nemmeno a riempire mezza pagina, allora fai un’introduzione a un corso di informatica e fai volontariato presso organizzazioni associate al tipo di lavoro che vuoi fare, unisciti ad alcune organizzazioni professionali o partecipa a una conferenza in modo da avere qualcosa di attuale di cui vantarsi.

4. Definire audacemente i vantaggi:

Gli esperti di selezione del lavoro non sono lettori mentali, quindi non dare per scontato che capiranno il gergo del coniuge militare; assicurati che il tuo curriculum sia chiaro e al punto. Scrivi il curriculum con le esigenze dell’azienda in primo piano nella tua mente piuttosto che evidenziare ciò che stai cercando. I curriculum non sono descrizioni di lavoro di ciò che hai fatto, ma piuttosto un comunicato stampa personale che mostra i risultati ottenuti in punti chiari e concisi che mettono in evidenza i tuoi punti di forza, le tue abilità trasferibili e i contributi passati che ti faranno risaltare e suscitare il loro interesse piuttosto che ricapitolare il tuo intera storia lavorativa. Le aziende dovrebbero essere in grado di vedere rapidamente le tue credenziali e individuare i punti salienti che ti rendono un buon partner per la loro azienda.

5. Le dimensioni non contano:

Anche se una pagina davvero buona è meglio di due pagine così così, non tagliare o iniziare a ridurre il testo per conformarsi. Ricorda che breve e dolce è tutto ciò di cui hai bisogno; e dico di andare per il “profilo” più trendy invece di un obiettivo generico (descrizione del lavoro che stai cercando). L’azienda conosce l’obiettivo se stai facendo domanda per un lavoro e un profilo riassume i tuoi punti di forza. I curriculum di una pagina sono tornati di moda, quindi considera di spostare alcuni di questi risultati nella lettera di presentazione e di abbinare il contenuto del curriculum in modo che assomigli più a una brochure di vendita che a una dissertazione. Oltre a scegliere un carattere tipografico semplice e pulito, fai modificare il tuo curriculum in modo professionale ed evita qualsiasi gergo. Tieni presente che un tono positivo e un tempo attivo in prima persona leggono in modo più attraente.

6. Non fingere:

Alcuni coniugi assumono uno scrittore di curriculum di fantasia che riformula ciò che hanno fatto nei vecchi lavori in percentuali e segni di dollaro di ciò che hanno realizzato, ma poi rimangono perplessi durante le interviste quando vengono interrogati sul proprio curriculum. Non elencare di essere un esperto di database se non hai mai lavorato con uno. E invece di spargere ovunque parole d’ordine e cliché, rendi il curriculum autentico. Per prima cosa pensa ai tuoi principali punti di forza e poi usa un verbo forte che descriva dove eccelli davvero piuttosto che cosa sembra buono sulla carta. Non solo la tua fiducia trasparerà, ma una volta che sarai assunto per il lavoro, finirà per essere una partita molto migliore rispetto a se esageri nel tuo curriculum e finisci per essere inserito in un lavoro che richiede “attenzione ai dettagli” aborrire.

7. Sbirciare non è barare:

Vai a prendere un caffè in biblioteca o in una libreria locale e dai un’occhiata alla sezione dei libri di curriculum. Fai una ricerca online, o meglio ancora chiedi agli amici che hanno un buon lavoro se puoi usare il loro curriculum come modello di idea. Non sto dicendo di plagiare un curriculum manuale parola per parola, ma mentre leggi i curriculum degli altri potrebbe “ricordarti” che anche tu ti è stato assegnato qualcosa che ti è sfuggito di mente. Può anche essere utile tornare al vecchio manuale del dipendente che descrive la descrizione del tuo lavoro passato per aiutarti a rinfrescare la memoria sulle tue abilità e sui tuoi successi. Finché le tue idee provengono da fonti abbastanza diverse e risuonano davvero con quello che sei, non è barare.

8. Dì ai tuoi amici di vantarsi:

Come per qualsiasi altra cosa nella vita militare, essere troppo preparati non fa mai male. Quando vai a un colloquio, porta alcune copie extra del tuo curriculum nel caso in cui dovessi consegnarlo per un secondo colloquio, non si sa mai. Se hai scritto “riferimenti disponibili su richiesta”, assicurati di avere effettivamente dei riferimenti e di avere un cercapersone pre-digitato di questi riferimenti e le loro informazioni di contatto a portata di mano. Non dimenticare di far sapere alla gente che li hai usati come riferimento in modo che non facciano saltare la tua copertura e dicano “Sara chi” quando un futuro datore di lavoro chiama effettivamente.

9. Non dare per scontato:

Non dare per scontato che il responsabile delle assunzioni sappia come sei connesso. Se conosci bene qualcuno nell’organizzazione, includi il tuo “contatto” nel primo paragrafo della lettera di presentazione. Alcuni coniugi presumono che un datore di lavoro sappia che è esperto di computer o che abbia referenze disponibili su richiesta. Non fa mai male includere tutte le abilità lavorative rilevanti. Un’altra ipotesi che le persone fanno è che il professionista delle risorse umane che esamina il tuo curriculum conosce tutto il gergo associato a ciascun lavoro. Vuoi stare lontano dalle abbreviazioni e dal gergo, non importa quanto pensi che sia comune la parola.

10. Mostra le tue cose:

Un bel curriculum che rimane sul tuo computer non ti darà quel lavoro. Contatta tutte le risorse di lavoro del coniuge militare e pubblica il tuo curriculum lucido. Inoltre, stampa alcune copie extra e portale con te in modo da poterle distribuire in rete. Prova anche i tradizionali siti di ricerca di lavoro e non aver paura di metterti in gioco. Devi baciare molte rane prima di trovare il tuo principe, e lo stesso vale per la ricerca di lavoro. Acquista delle belle cartelle e inserisci alcuni curriculum da consegnare alle organizzazioni di idee. Se un’organizzazione non sta assumendo, chiedi loro se possono tenere il tuo curriculum in archivio nel caso in cui qualcosa si apra.

Ora iniziamo!

o Annota tutto ciò che hai fatto in passato sulla tua storia lavorativa dal tuo primo lavoro fino ad ora. Includi il lavoro di volontariato pertinente, i seminari e la formazione che hai ricevuto e accanto a ogni elemento elenca le abilità che hai acquisito, come rispondere a un telefono a 5 linee, presentato a un gruppo di 50, portato in X numero di dollari di entrate, ecc. .

o Crea uno scheletro di curriculum con il contenuto principale che desideri condividere con potenziali datori di lavoro, quindi salvalo come “scheletro di curriculum” sul tuo computer; e quindi potresti voler creare due diversi curriculum per le due direzioni in cui sei diretto. Ad esempio, un curriculum può includere tutto il tuo lavoro di volontariato militare ed essere fantastico per fare domanda per quella posizione perfetta con un datore di lavoro favorevole al coniuge, e l’altro curriculum può sembrare più aziendale e includere solo la tua storia lavorativa, una casella postale e quello ” ottimo” contatto aziendale nella lettera di presentazione.

o Chiedi a mentori (al di fuori dell’esercito) di rivedere il tuo curriculum e di darti un feedback onesto. Considera le risorse a tua disposizione sulla base o inviami un’e-mail a [email protected] per programmare una consulenza sul curriculum, che include la modifica, la discussione del tuo curriculum e molto supporto, guidandoti a fare il passo successivo nella tua carriera!

Se vuoi lavorare con me come tuo coach o hai domande sulla professione, non esitare a scrivere: [email protected] e per favore iscriviti all’ezine di The Military Spouse Coach che offre prodotti di coaching a basso costo e di alta qualità di cui puoi trarre vantaggio!

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *