SWOT! Quali sono i punti di forza, le debolezze, le opportunità e le minacce della tua azienda?

La tua organizzazione è dotata di un’analisi SWOT? Se no, forse è perché non ne hai mai sentito parlare!

Un’analisi SWOT è una tecnica di base che viene spesso utilizzata nella pianificazione strategica, migliorando il successo aziendale, lo sviluppo organizzativo e identificando il vantaggio competitivo. La valutazione di questi quattro fattori ti aiuterà a prendere decisioni migliori e a mantenere la tua azienda sulla strada del successo.

Inizia conducendo un esercizio di brainstorming con un gruppo di persone all’interno della tua organizzazione che hanno obiettivi uguali o simili. Ricorda, una buona analisi SWOT richiede impegno e più ci metti, meglio capirai la tua azienda e come opera oggi.

PUNTI DI FORZA: Per prima cosa, annota i punti di forza della tua azienda. Cosa fai bene? Cosa ti rende migliore dei tuoi concorrenti? Cosa hai, o fai, che ti distingue dalla concorrenza? Ecco alcune cose da considerare:

  • La dimensione di aziende simili nel tuo settore

  • Percezione da parte dei clienti dei tuoi prodotti o servizi

  • Percezione nel settore del tuo “marchio”

  • Vantaggi che hai rispetto ai tuoi concorrenti

ESEMPI:

Responsabilità, integrità, forte lealtà del personale, forte team di gestione, risoluzione dei problemi fuori dagli schemi, flessibilità, cameratismo, senso di urgenza, comunicazione, ricerca sempre delle migliori pratiche, spostamento dei dipendenti per sfruttare i propri punti di forza, rispetto per i clienti/l’un l’altro, alta energia, atmosfera positiva, alto livello di servizio clienti e solida reputazione nel settore.

DEBOLEZZE: Ora che hai determinato quanto sia meravigliosa la tua compagnia, è tempo di cercare i punti deboli. Le stesse domande dovrebbero essere poste quando si cercano punti deboli. Cosa fai male o meno bene? Cosa stanno facendo meglio le altre aziende? Cosa ti impedisce di avere un maggiore successo?

È importante non sorvolare su questa sezione. Poiché un’analisi SWOT è uno sforzo di brainstorming, non scartare nulla che ti viene in mente e non aver paura di evidenziare una debolezza perché potrebbe ferire i sentimenti di qualcuno. Se viene percepita una debolezza, elencala. La debolezza che non riesci a elencare potrebbe rivelarsi la ragione per cui alcuni aspetti dell’attività si rivelano scadenti o falliscono in futuro.

Alcune aree di debolezza da cercare:

  • Scarsa percezione del marchio della tua azienda

  • Vantaggi di altre aziende

  • Mancanza di management o altro talento dei dipendenti

ESEMPI:

Mancanza di automazione, impantanarsi in minuzie/processi ingombranti, manager che svolgono un lavoro a livello di personale, microgestione, manager che non chiedono aiuto finché non sono sopraffatti, necessità di misurare il lavoro dei dipendenti, ad es. sistema di quote, dipendenti scontenti o insoddisfatti.

OPPORTUNITÀ: Spostiamo l’attenzione sui fattori esterni quando esaminiamo le opportunità. Cerca di identificare le aree di attività che pensi che la tua azienda dovrebbe valutare: opportunità per guadagnare quote di mercato dai concorrenti e/o far crescere il tuo mercato per includere nuovi clienti.

Oltre ai fattori esterni, devono essere considerate anche le opportunità all’interno della tua azienda. Puoi ottimizzare i costi duplicati e/o spostare i dipendenti in posizioni diverse per sfruttare i loro punti di forza? Che tipo di cose puoi fare meglio?

Alcune opportunità da cercare:

  • Nuovi mercati per i servizi

  • Problemi finanziari o legali per i concorrenti

  • Nuove tecnologie che potresti adottare

  • Turni interni per diventare più efficienti

ESEMPI: consentire ai dipendenti di raggiungere livelli più elevati, massimizzare l’uso delle tecnologie, semplificare le attività tra i reparti, analizzare e riposizionare i dipendenti per sfruttare i loro punti di forza, ottenere più affari dai clienti esistenti, continuare a distinguersi per la diversità del tuo settore, formare i dipendenti in modo incrociato, costruisci il tuo marchio per attirare dipendenti e clienti.

MINACCE: Infine, considera le minacce per la tua azienda. Anche in questo caso, le minacce possono essere sia interne che esterne. In effetti, a volte le minacce interne vengono prima, il che apre la porta alle minacce esterne. Pertanto, è molto importante fare una buona analisi delle minacce.

Le minacce interne di solito non sono classificate come tali, il che potrebbe essere un errore. Qualsiasi problema interno che rappresenta una minaccia per il benessere della tua azienda dovrebbe essere valutato insieme alle minacce esterne.

Alcune possibili minacce sono:

  • Inefficienze interne

  • Flusso monetario

  • Concorrenti

  • I progressi tecnologici nel settore (stai tenendo il passo?)

  • Debolezze dipendenti/dipartimenti

ESEMPI:

Leadership divisa, non all’altezza della missione, manager che diventano territoriali, lavoro di squadra che lascia il posto a agende individuali, manager sopraffatti/esauriti, intraprendere o continuare con attività non redditizie, non capire la concorrenza, rimanere indietro nella tecnologia, mantenere dipendenti che non contribuiranno al successo, non gestendo bene una crescita aggressiva e non riescono a mantenere tariffe/prezzi competitivi pur essendo altamente redditizi.

Dopo aver completato questi esercizi, assegna un leader all’interno dell’organizzazione a ciascuna categoria che sarà responsabile, insieme al proprio team, del suo mantenimento (come i punti di forza); ripararlo (come i punti deboli); agire di conseguenza (come le Opportunità); e proteggersi da esso (come le minacce).

Il gruppo dovrebbe quindi riunirsi di nuovo ogni sei mesi per analizzare lo SWOT e rivederlo in base alla realtà che deve affrontare in quel momento.

Sai qual è lo SWOT della tua azienda? In caso contrario, ora è il momento di scoprirlo!

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *