Terapia fisica e riabilitazione I 10 migliori consigli per un’interazione di successo con il cliente

I fisioterapisti e i fornitori di servizi di riabilitazione sono spesso i primi professionisti che un cliente vede e da chi ci si aspetta che li faccia sentire meglio. Questo livello di aspettativa è visibile negli occhi del cliente ogni volta che arriva dolorante, porta il bambino a causa di un ritardo nello sviluppo o dice “Voglio solo dormire meglio stanotte!” Quella prima interazione con il paziente e le relazioni continue costruite con i clienti e le loro famiglie sono le basi per una pianificazione e un trattamento di successo. Utilizzando queste opportunità per un’interazione di successo con i clienti ogni volta che vengono visti, stai costruendo le basi per il successo.

1. Saluta tuo figlio/famiglia/cliente essendo amichevole e sorridi: un sorriso è contagioso! Se il cliente sa che sei entusiasta di incontrarlo e lavorare con lui, rifletterà lo stesso! Tutti i clienti, in qualsiasi situazione, potranno apprezzare un atteggiamento leggero e si sentiranno meno stressati per la visita terapeutica. Sentirsi meno stressati influenzerà direttamente la capacità di rilassarsi, imparare e partecipare alla pianificazione degli obiettivi e al successo del trattamento di terapia fisica e riabilitazione.

2. Far sentire ogni bambino/famiglia/cliente il benvenuto e importante: ognuno di noi ha bisogno di sentirsi importante. Clienti e terapeuti insieme hanno ruoli e responsabilità importanti nel processo riabilitativo. Se il terapeuta agisce come l’individuo con tutte le risposte e si assume la piena responsabilità del successo del trattamento, il potere viene tolto al cliente. Senza potere, il cliente diventa un partecipante passivo e un osservatore nel suo processo di terapia fisica e riabilitazione, il che riduce le sue opportunità di successo.

3. Stabilire collegamenti con bambino/famiglia/cliente: spesso i terapeuti possono vedere i clienti per lunghi periodi di tempo, ad esempio con condizioni disabilitanti a lungo termine o quando trattano bambini con ritardi nello sviluppo. Questo ci offre opportunità uniche di partecipare agli eventi nella vita dei nostri clienti. Condividendo questi eventi, i terapeuti sono in grado di offrire suggerimenti per il loro continuo successo e l’integrazione nella loro comunità e nelle loro vite mentre si riabilitano.

4. Offrire sempre al bambino/famiglia/cliente l’opportunità di parlare e porre domande: convincere il cliente e/o la famiglia a discutere apertamente dei propri obiettivi e del piano di cura offre al terapeuta l’opportunità di assicurarsi che gli obiettivi siano ragionevoli e importanti per il cliente. Ciò continua a rafforzare l’idea che il cliente partecipi attivamente alla sua terapia e accresca la sua responsabilità per il successo. Facendo domande, i clienti sono in grado di dimostrare di comprendere il materiale che è stato loro insegnato e rafforzare ulteriormente la loro opportunità per un intervento di terapia fisica di successo.

5. Ascolta tuo figlio/famiglia/cliente: i clienti discuteranno di ciò che è importante per loro. È fondamentale che vengano ascoltati e gli indizi che ci dicono. Gli obiettivi del fisioterapista possono indicare che è importante per un calciatore di 16 anni essere in grado di correre e giocare di nuovo a calcio, ma potrebbe essere più importante per il calciatore essere in grado di camminare con le scarpe col tacco alto per il ballo di fine anno il prossimo mese. Con un ascolto attento, si ottengono le possibilità di un’attuazione di successo del piano di assistenza.

6. Discutere il programma di trattamento con la famiglia/cliente e comunicare eventuali modifiche: una delle regole più semplici da implementare! Se il cliente non riesce ad andare in terapia, non può migliorare! Lavorando intorno alla disponibilità del cliente, la sua percentuale di presenze aumenta. Una migliore partecipazione equivale a grandi possibilità di successo.

7. Fai sapere al bambino/famiglia/cliente che non vedi l’ora della prossima visita: i terapeuti devono mostrare il nostro investimento e il nostro entusiasmo per la guarigione di un cliente. Le aspettative vengono stabilite con i nostri clienti durante ogni visita. Si aspettano che il fisioterapista sia a conoscenza della terapia fornita e delle raccomandazioni formulate. I fisioterapisti si aspettano che i clienti siano onesti, imparino come partecipare al loro recupero e continuino ciò che è stato loro insegnato a casa ora e in futuro. Facendo sapere al cliente che ci aspettiamo che partecipi alla sua prossima visita e preveda la partecipazione del cliente, c’è un’opportunità consolidata per confermare l’orario del prossimo appuntamento e quali sono le aspettative per la visita.

8. Se la famiglia/il cliente chiama per annullare, comunicare preoccupazione: Responsabilità e responsabilità. Se il terapeuta non è in grado di imprimere sul cliente l’estrema importanza di una partecipazione attiva e regolare al processo terapeutico, le aspettative del terapeuta e le aspettative del cliente sono troppo basse. Comunicando preoccupazione, il cliente viene riportato a un livello accresciuto di responsabilità e responsabilità per la sua partecipazione attiva al processo riabilitativo.

9. Comunicare eventi e nuovi programmi offerti al bambino/famiglia/cliente: come fisioterapisti, gli obiettivi finali sono ripristinare la funzione, diminuire il dolore e aiutare il cliente a reintegrarsi nella propria vita. In qualità di educatori, è responsabilità del terapeuta comunicare eventi e nuovi programmi disponibili ai clienti, che potrebbero completare il loro processo di recupero. Aggiungendo supporti e programmi della comunità, il cliente e la sua famiglia imparano che possono fare affidamento sulla loro comunità e su se stessi per supportare la loro continua integrazione nella comunità.

10. Chiedi periodicamente “C’è qualcos’altro che possiamo fare per te? Come possiamo aiutarti?” Le domande aperte offrono al fisioterapista l’opportunità di ascoltare i clienti. Molte volte si passa il tempo a parlare e insegnare, dimenticando di lasciare il tempo per ascoltare. Queste domande stabiliscono ancora una volta un’opportunità per riadattare le aspettative e ristabilire un livello concordato di responsabilità e partecipazione al processo terapeutico e riabilitativo.

Stabilire un’interazione continua con il cliente di successo richiede impegno e previdenza. Coinvolgendo il cliente in un ruolo attivo, il potere e la responsabilità della riabilitazione sono condivisi. Seguendo questi 10 suggerimenti per stabilire un’interazione di successo con il cliente, il fisioterapista è in grado di coinvolgere il cliente nel processo di riabilitazione per l’apprendimento permanente e il successo e aiutare il cliente a reintegrarsi nella sua comunità raggiungendo gli obiettivi per lui importanti e le loro famiglie.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *