Trasporti intermodali e ponti terrestri

Sebbene la maggior parte delle persone non ne sia a conoscenza, il trasporto merci intermodale è in circolazione da un po’ di tempo, risalendo al 1780 in Inghilterra. Il metodo per spostare un container contenente merci da un veicolo all’altro senza dover gestire il carico stesso è cresciuto da navi e ferro per includere camion e chiatte man mano che la tecnologia si è evoluta. L’uso di container standardizzati, o container ISO, ha consentito la prosperità delle spedizioni in tutto il paese e le nazioni, grazie al tempo e al denaro risparmiati attraversando i ponti di terra.

Il ponte terrestre è un riferimento a una spedizione intermodale di merci che inizia su una nave, quindi attraversa un corpo di terra per una parte significativa del viaggio in rotta verso la sua destinazione finale. La parte terrestre del viaggio è indicata come il ponte terrestre, con la ferrovia che in genere è il metodo di trasporto durante l’attraversamento. Esistono, ovviamente, diversi tipi di ponti: ponti standard, mini ponti e micro ponti.

Ponte continentale

Un ponte standard è quando un container intermodale spedito da una nave oceanica dal punto A al punto B attraversa un intero paese prima di raggiungere la sua destinazione finale. Ad esempio, un container viene spedito dal Giappone all’Inghilterra viene caricato su una nave in Giappone che poi attracca a Los Angeles, dove il container viene trasferito su un treno e portato a New York dove viene imbarcato su un’altra nave e completa il suo viaggio verso Inghilterra.

Mini ponte

Un mini ponte è quando un container è simile a un ponte di terra standard con una piccola modifica. Mentre un ponte standard prevede che il container inizi e termini il suo viaggio su una nave, attraversando un paese solo nel tentativo di raggiungere un’altra nave, un mini ponte elimina la seconda nave dall’equazione. Usando il nostro esempio dall’alto, un mini ponte terrestre sarebbe se la destinazione finale dei container fosse a New York invece che in Inghilterra.

Microponte

Un micro ponte è per definizione vicino a un mini ponte terrestre, con l’eccezione che, sempre usando il nostro esempio dall’alto, mentre un mini ponte si estenderebbe fino a New York, un micro ponte vedrebbe il container finire da qualche parte come Chicago o Denver, una destinazione dell’entroterra.

Spedizione globale

Grazie al trasporto intermodale e ai ponti terrestri, lo spostamento di merci che un tempo avrebbero dovuto fare grandi deviazioni per evitare masse di terraferma è ora possibile attraverso il percorso più diretto. Ciò consente alle aziende di risparmiare tempo e denaro che possono poi essere trasferiti ai propri clienti.

Leave a Comment

Your email address will not be published.