Un caso per la pianificazione della carriera futura

Interruzioni. Eventi imprevisti. Strategie sbagliate. Tutti questi sono possibili per le imprese e anche per le carriere. Nel 2020, non dobbiamo guardare molto lontano nel passato per vedere come i migliori piani aziendali e di carriera possono andare storti a causa di un evento sorprendente e imprevisto. Potremmo concludere, beh, questa è la vita. Nessuno ci ha mai garantito certezze a lungo termine. Questo è vero. Le palle curve non annunciate e non intenzionali fanno parte dell’abbandono della vita, ma ciò non significa che non possiamo prepararci in modo proattivo a cambiamenti improvvisi e sviluppare un’agilità che può comportare vantaggi competitivi e successo nonostante le perturbazioni.

Molti di noi operano ancora secondo un modello che vede le parti più difficili dell’esecuzione di una carriera come determinare prima quale percorso di carriera seguire, seguito da istruzione e formazione, ottenere l’ottimo lavoro, mantenere l’occupazione e tenersi aggiornati con le migliori pratiche. Per quanto importanti siano queste caratteristiche, incoraggerei l’aggiunta di almeno un’altra, migliorando la tua capacità di prevedere dove potrebbe essere diretta la tua carriera e quali rischi potrebbero tendere un’imboscata alla tua pianificazione.

Per quanto riguarda le nostre carriere, è saggio allocare tempo ed energia per uno stile di pianificazione futura che incorpori previsioni intenzionali di tendenze e movimenti che comportano il potenziale di minaccia e interruzione. Sebbene nessuno possa prevedere in modo definitivo il futuro, praticando la formazione di proiezioni nel tempo possiamo affinare la nostra capacità di fare previsioni più accurate, testare le nostre ipotesi e scrutare sempre più a fondo ciò che fa funzionare le nostre professioni. Affinare la nostra capacità di previsione potrebbe fare la differenza tra prosperare o perdere nell’economia turbolenta di oggi.

Prepararsi per il futuro richiede, all’inizio, un cambiamento di atteggiamento e una sfida ai nostri presupposti. Ecco alcune congetture di base che incoraggio a scuotere. I bei tempi non scorrono per sempre. La fortuna può solo portarti così lontano. Il mondo è più dinamico che statico. Detto questo, cambia il modo in cui pianifichi per domani. La pianificazione futura non dovrebbe limitarsi a valutare il presente e poi a guardare avanti. Piuttosto, determina nel miglior modo possibile la percezione futura più probabile e pianifica a ritroso da lì.

Interpretare il futuro è creare una visione. Questa visione mostra una maggiore risoluzione quanto più approfondita è la nostra conoscenza della nostra professione, comprese le inclinazioni dei mercati e dei clienti. La visione non è certezza, ma stima di ciò che è possibile. Più ne sappiamo, più ci avviciniamo al perfezionamento della nostra analisi. Pertanto, l’apprendimento continuo strutturato è l’attività principale da praticare. Osservando ogni angolo della nostra professione, comprese le influenze e i disturbi che influiscono sulle nostre linee di lavoro insieme alla pratica nel fare e rivedere le nostre previsioni, ci prepariamo meglio per le previsioni. Le opportunità saranno sempre disponibili. Diventa il tuo agente di cambiamento e una calamita per individuare queste possibilità.

Le organizzazioni intelligenti implementano un metodo strategico noto come pianificazione degli scenari. Implica la previsione e l’integrazione di un ampio grado di flessibilità nella pianificazione a lungo termine. La pianificazione dello scenario presuppone che l’adattamento sia necessario per la sopravvivenza. La stessa mentalità vale per le nostre carriere. In generale, questo processo implica la fusione di fatti noti sul futuro, come dati demografici, limitazioni geografiche, caratteristiche culturali, strutture di governo, ecc. con tendenze sociali, economiche, politiche, tecniche e ambientali. Da questa miscela possiamo formulare simulazioni che funzionano come strategie prototipo. Ad esempio, è possibile pensare che le perturbazioni legate al clima possano manifestarsi in modi nuovi nei prossimi tre decenni provocando fluttuazioni del mercato potenzialmente improvvise? Sei sicuro che gli Stati Uniti abbiano imparato la lezione sulla preparazione alla pandemia e siano pronti per il prossimo assalto del genere?

Lo sviluppo di un approccio euristico per prepararsi all’incertezza potrebbe benissimo essere il sistema necessario per affrontare al meglio qualunque cosa il futuro ci riserverà.

Leave a Comment

Your email address will not be published.